Home Aziende e Brand Waymo presenta la Chrysler Pacifica modificata, l’auto totalmente autonoma

Waymo presenta la Chrysler Pacifica modificata, l’auto totalmente autonoma

by Huro
Chrysler Pacifica

La Chrysler Pacifica dell’azienda Waymo

L’azienda statunitense Waymo con sede a Montain View, in California è stata fondata nel 2016. Fa parte del gruppo Google-Alphabet e si occupa dello sviluppo di tecnologie per creare automobili autonome.

Il progetto ambizioso è quello di riuscire a creare una rete di taxi composta da autoveicoli senza autista prima del 2020. Gli analisti sono scettici in merito a questo punto, ma la Waymo, sicura del suo prodotto e dopo aver superato tutti i test a livello di sicurezza ritiene di essere pronta ad immettere su strada i propri automobili molto prima del 2020.

La concorrenza nel settore aumenta sempre di più, ma la Waymo è certa delle ottime capacità della sua Chrysler Pacifica modificata e questo dopo averla testata a lungo su ogni tipo di strada in tutto il territorio americano.

Quali caratteristiche ha la Chrysler Pacifica modificata?

Passiamo adesso alle caratteristiche di questa macchina che probabilmente in futuro farà parte del parco macchine autonome adibite a taxi dell’azienda Waymo. L’aspetto è molto simile alla Chrysler Pacifica classica. Le uniche differenze le troviamo nel tettuccio. Esso presenta una serie di strumenti contenenti i sensori che permettono alla macchina di rilevare tutto quello che c’è attorno; mentre in quanto riguarda i sedili, quelli a disposizione dei passeggeri sono i sedili posteriori. Su quelli frontali sono stati montati degli schermi che mostrano in tempo reale con immagini 3D tutti gli spostamenti che vengono effettuati dalla macchina e qualsiasi oggetto o persona che viene incontrata durante il percorso. Questa innovazione servirà sicuramente a dare più sicurezza anche a chi magari inizialmente manterrà un po’ di scetticismo nei confronti dell’autovettura automatica.

Come comandare una Chrysler Pacifica

Per inserire la destinazione che si vuole raggiungere l’auto è dotata di un’app. Per accostare il veicolo a disposizione dei passeggeri c’è un pulsante che può essere premuto quando si decide di voler fermare il veicolo. In seguito la macchina si fermerà non appena troverà un posto adatto. Oltre a questo, nella macchina sono presenti altri tre pulsanti che possono essere premuti in qualsiasi momento e servono per avviare la macchina verso la destinazione scelta attraverso l’app, uno per bloccare e sbloccare le portiere ed infine uno per chiamare l’assistenza Waymo in caso di bisogno.

Oltre a tutti i sistemi di sicurezza già elencati la macchina autonoma creata dalla Waymo è dotata anche di un sistema Lidar, di radar e di vari sensori acustici. Tutte queste innovazioni rendono queste automobili automatiche più sicure, perché una persona non potrebbe mai tenere sotto controllo tutte queste cose messe insieme. L’errore umano purtroppo è sempre presente e gli incidenti sono all’ordine del giorno.

Anche i concorrenti come la Tesla, la Volvo, la BMW ed altre aziende automobilistiche stanno studiando sistemi tecnologici vari da applicare alle macchine per renderle autonome, ma sembra che ogni produttore stia cercando soluzioni diverse. Non sappiamo ancora se la Waymo riuscirà nel suo intento di lanciare il servizio di taxi entro il 2020. Magari qualche concorrente arriverà in pole position prima di loro, chissà!

Consigliati per te

Lascia un Commento