Home Curiosità robotiche Wall-E ed Eve, una bellissima storia d’amore fra due robot

Wall-E ed Eve, una bellissima storia d’amore fra due robot

by Huro
wall-e eve amore robot

Wall-E (Waste Allocation Load Lifter Earth-Class) è un film di animazione realizzato dalla Pixar Animation Studios in coproduzione con Walt Disney Pictures, diretto da Andrew Stanton, il regista di “Alla ricerca di Nemo”, film di animazione con il quale ha vinto persino l’Oscar.

Il protagonista è Wall-E, un robot simile ad un cubo con le braccia meccaniche ed un dispositivo all’altezza dello stomaco. Questo robot è l’unico abitante della terra, dopo che gli umani hanno abbandonato il pianeta per colpa dell’eccessivo inquinamento.

Wall-E è abituato alla solitudine. Vive da solo e deve occuparsi di ripulire il pianeta, lavoro che svolge diligentemente da più di 700 anni. La particolarità del robot sta nel fatto che nonostante sia un automa riesce a percepire sensazioni e prova determinate emozioni mentre svolge i suoi compiti, caratteristiche tipicamente umane.

Ti piacciono i film di animazione con i robot? Leggi anche l’articolo su Baymax di Big Hero 6!

La storia di Wall-E nel film

Un giorno dal cielo scende un robot ipertecnologico a forma di sonda, di genere femminile: Eve (Extraterrestrial Vegetation Evaluator). Il compito della sonda è di trovare eventuali forme di vita sulla Terra. Appena raggiunge il pianeta è fredda e convinta di svolgere le sue mansioni, non considerando il robot Wall-E, ma dopo un po’ di tempo i due stringono amicizia e lei scopre un mondo totalmente nuovo per lei.

In seguito WALL-E si innamora e appena EVE trova una forma di vita si appresta a far ritorno sull’astronave dove vive l’umanità. Ma non da sola: salirà anche il suo amico ormai innamorato, che non vuole lasciarla.

Giunti sull’astronave WALL-E incontra gli umani che vivono lì completamente immersi nel lusso, ma in condizioni di salute precarie. Riscontra infatti l’obesità in tutti i presenti, condizione dovuta all’assenza di attività ed interazione di ogni genere. Però, grazie alla forma di vita trovata, l’umanità può far ritorno sulla terra.

Anche WALL-E torna sulla Terra insieme ad EVE, che nel frattempo si innamora a sua volta del robot.

Wall-E, il film di animazione della Pixar ispirato ai film degli anni ’70 ed ’80

Da una parte il film racconta la storia d’amore tra due robot.
Dall’altra è un omaggio verso i film di fantascienza degli anni settanta ed ottanta. Infatti il regista ha dichiarato di essersi ispirato ad Alien, Atmosfera 0, Tron, Blade Runner, Star Trek, Il pianeta delle scimmie, etc.

Per quanto riguarda la realizzazione del robot WALL-E, gli autori si sono ispirati a dei robot veri, specificamente ai veri compattatori di immondizia, mentre la grafica appartiene ai vecchi disegni futuristici di Tomorrowland (Disney).

Un’altra curiosità riguarda la personalità del robot che è stata creata ispirandosi ai film del cinema muto degli anni venti.
Guardando questo film di animazione si può osservare tutta l’innovazione sviluppata dalle nuove tecnologie, come l’espressività sempre maggiore degli oggetti inanimati che non sono più antropomorfi ma in un certo senso prendono vita e diventano simili agli umani, tutte caratteristiche studiate nei vari settori della robotica.

Consigliati per te

Lascia un Commento