Home Curiosità roboticheLa Robotica Tipologie di robot: pre-programmati, autonomi, telecomandati, potenziati

Tipologie di robot: pre-programmati, autonomi, telecomandati, potenziati

by Huro
tipologie di robot

Viviamo in un periodo in cui siamo sempre più circondati da tipologie di robot di ogni genere. L’aiuto che ci viene dato da queste “macchine” diventa indispensabile nel nostro quotidiano. Pensate all’industria, alla chirurgia, all’assistenza agli anziani, alla gestione della casa, etc.

Ma come si possono classificare? Dopo esserci letti una breve storia dei robot umanoidi, cerchiamo di definirli in base alle caratteristiche a cui appartengono alle varie categorie.

Robot pre-programmati

Tra le tipologie di robot questa è usata soprattutto a livello industriale. Sono dei robot che non hanno un’intelligenza artificiale e sono abbastanza semplici da usare. Vengo programmati per compiere determinate mansioni in serie, in tempi prestabiliti e operano in ambienti semplici. Per fare un esempio pensiamo ad uno stabilimento che produce pezzi per le macchine. I robot presenti nelle catene di assemblaggio sono numerosi e tanti fanno parte di questa tipologia. Altro esempio è quello delle fabbriche ad alta automatizzazione oppure pensate alla sbarra del Telepass in autostrada che fa sempre lo stesso movimento, agli imballaggi che vengono eseguiti nelle fabbriche, etc.

Robot autonomi

In questo caso parliamo di una tipologia di robot che non ha bisogno di essere controllata continuamente dall’uomo. Sono in grado di adeguarsi all’ambiente che li circondano e una volta fatti partire eseguono compiti vari senza doverli manipolare o sorvegliare sempre. Un esempio di queste tipologie di robot è il robot Roomba che gira per casa e aspira lo sporco, i robot lavapavimenti, alcuni giocatoli ed i robot usati a livello industriale per le pulizie e non solo.

Robot telecomandati

In questa tipologia rientrano i robot controllati a distanza. I robot di questo tipo vengono utilizzati per eseguire interventi pericolosi, per assistere da lontano ad operazioni complesse di vario genere, per accedere in luoghi dove l’uomo non può sopravvivere, etc. Pensate per esempio ai robot sottomarini che arrivano a distanze molto elevate e che vengono guidati da remoto. Un altro esempio possono essere alcuni robot mandati nello spazio che spesso vengono controllati dalla Terra grazie all’intervento di un operatore oppure ad alcuni interventi chirurgici che sempre più spesso vengono eseguiti a distanza.

Robot potenziati

Quando sentiamo parlare di robot potenziati ci vengono in mente i cyborg. Non è del tutto sbagliato fare questa associazione perché in fondo il cyborg è un essere umano potenziato, quindi se pensate per esempio alle protesi di nuova generazione che riescono a ridare sensibilità e forza ad un arto amputato oppure al pacemaker impiantato nell’organismo umano, agli organi artificiali o al potenziamento di un senso che non funziona regolarmente, possiamo considerarci un po’ dei cyborg. Prima determinate cose potevamo osservarle nei film di fantascienza, ma ora grazie alla ricerca la medicina ha fatto passi avanti e personaggi come Terminator diventano sempre più reali.
Per concludere diciamo che la robotica è stata e sarà fondamentale per aiutare gli esseri umani a livello di salute, in campo industriale, etc.

I robot ormai fanno parte della nostra società e la loro presenza probabilmente sarà sempre più comune.

Consigliati per te

Lascia un Commento