Home Aziende e Brand Tesla Motors ed il suo impero del trasporto elettrico

Tesla Motors ed il suo impero del trasporto elettrico

by Huro
tesla motors

Anche chi non è interessato alla robotica ed alle innovazioni varie ha sentito parlare della Tesla Motors almeno un volta. L’azienda di Palo Alto riesce a stupire sempre. Il suo presidente e CEO Elon Musk annuncia investimenti ed innovazioni anche in campi diversi da quello delle auto.

Le prime macchine elettriche? Opera della Tesla Motors

La Tesla, che si chiama così in onore del grande inventore Nikolai Tesla. Nata nel 2003 a San Carlo, sin da subito si è fatta riconoscere a livello mondiale per la sua rivoluzione nel campo dell’industria automobilistica e dell’immagazzinamento dell’energia.

Lo staff dell’azienda formato da ingegneri specializzati in vari settori, tecnici ed operai vari, dopo anni di ricerche, test e miglioramenti, nel 2016 ha presentato il primo prototipo di macchina elettrica: la Tesla Roadster. L’autovettura è stata lanciata sul mercato nel 2008 e costava 100.000 dollari. Questa macchina che ha un’autonomia di 340 km, arriva da 0 a 100 km in 3,7 secondi e raggiunge i 201 km/h è stata venduta tra il 2008 ed il 2012 (anno in cui fu fermata la produzione) in 31 paesi del mondo per un totale di 2250 esemplari, incassi utilizzati dall’azienda per produrre il modello successivo, la Model S. Così, nel 2012, dopo aver subito alcuni ritardi nella fase di progettazione esce il Model S, una berlina che è stata venduta in più di 100.000 esemplari.

Altri progetti dell’Azienda di Palo Alto

Nello stesso anno, la Tesla presenta il Model X, un Suv che è uscito nel 2015. Ma la vera rivoluzione a livello di produzione è arrivato nel 2016, quando l’azienda ha presentato il Model 3, un’auto di terza generazione di Tesla. Dopo una settimana dalla presentazione questo modello l’azienda aveva già registrato 325.000 prenotazioni. A luglio del 2017 si era arrivato a quota 500.000, per un totale di 14 miliardi di dollari. Questa auto interamente elettrica è stata realizzata in due versioni: la standard che ha un’autonomia di 350 km e quella a lungo raggio che arriva a 500 km di autonomia.

Il futuro del trasporto partirà dalla Tesla Motors

Attualmente la Tesla continua il lavoro di sviluppo. In futuro arriverà la Roadster 2020, un modello che avrà un’autonomia di 1000 km, riuscirà ad arrivare da 0 a 100 km in 1,9 secondi e raggiungerà una velocità massima di circa 400 km. Inoltre, sta sviluppando pure la Tesla Semi, un semirimorchio che arriverà sul mercato nel 2019.

Che l’azienda voglia emulare la Otto, con i suoi camion a guida autonoma?

Ma Tesla vuole superarsi ed in futuro lancerà il progetto Hyperloop, un sistema di trasporto che riuscirà a collegare le città più lontane in tempi brevissimi.

Le capacità della Tesla sono tra le migliori. Le innovazioni prodotte da questa azienda sono sempre in prima linea e probabilmente in futuro otterrà il primato assoluto anche in altri campi della robotica e dell’automazione. Persino uno dei due fondatori della Apple (Steve Wozniak) ha riconosciuto i meriti a Tesla in questo campo, dichiarando che in futuro la nuova forza sarà proprio la Tesla e non si riferiva solo al campo automobilistico.

Consigliati per te

Lascia un Commento