Home Aziende e Brand Quante e quali sono state le startup italiane al CES 2018?

Quante e quali sono state le startup italiane al CES 2018?

by Huro
startup italiane al ces 2018

44 start un italiane al CES 2018

Come ogni anno a Las Vegas si è svolto l’evento più importante del mondo della robotica, il Consumer Eletronics Show e anche questa volta le aziende presenti hanno stupito il pubblico con i prodotti presentati, incluse le start up italiane.

The Art of Tech è stata chiamata la delegazione italiana composta da 44 giovani imprese e le selezioni sono state effettuate dalla Regione Sardegna che ha fatto partecipare 7 imprese con idee innovative, dal TILT (Teorema Incubator Lab Trieste) che ha selezionato 29 aziende e dall’Istituto del Commercio Estero che ha scelto 8 start up.

Cosa fanno le start up italiane che hanno partecipato al CES 2018?

Sitael

All’evento hanno presenziato aziende provenienti da vari settori e una di loro è stata persino premiata. Si tratta della Sitael, un’eccellenza italiana pugliese che principalmente costruisce satelliti. L’impresa è stata premiata nella categoria “Vehicle Intelligence and Self-Driving Technology” grazie al progetto MAT. Si tratta di una docking station magnetica che si attacca al manubrio delle biciclette elettriche e su cui si attacca uno smartphone. L’idea è quella di rendere queste biciclette connesse ed intelligenti, permettendo agli utenti di girare nelle città in modo sicuro grazie a nuove funzioni rese possibili da MAT.

A.e.c.i.

A Las Vegas c’era anche l’azienda romana A.e.c.i. con il progetto Green Block.
L’azienda nata nel 2009 collabora con altre imprese attive nell’economia green con cui ha creato un consorzio per portare avanti il progetto che permette di costruire case in alluminio in un giorno e con un isolamento termo-acustico costituito da materiali di scarto. Il consorzio che attualmente ha ottenuto finanziamenti dal Ministero dell’Ambiente è piaciuto anche alla Commissione Europea. Che infatti ha deciso di farsi rappresentare anche da questo gruppo di aziende green italiane al CES.

Eggtronic

C’era anche Eggtronic, un’azienda giovane di Modena che già aveva presenziato al CES. Sono tante le novità che ha presentato l’ingegnere meccatronico Igor Spinella, tutte che riguardano la ricarica degli oggetti elettronici, tra cui il televisore che si alimenta al semplice contatto con un mobile e CapTX, il trasformatore più potente e più piccolo del mondo per pc. L’azienda di Igor è una delle più promettenti e vanta già 45 brevetti internazionali e pare che le intenzioni del fondatore siano di trovare finanziamenti per produrre a livello industriale.

Spirugrow

Tra le altre idee innovative c’è pure la macchina in grado di produrre la spirulina in casa, l’integratore considerato uno dei cibi del futuro. La macchina realizzata da Luca Turrin si chiama Spirugrow e dovrebbe essere lanciata verso la fine dell’anno al costo di 500 euro.

Indigo

Invece Indigo è una start up che ha creato il primo bot made in Italy. Si tratta di un’intelligenza artificiale rivolta alle aziende che potranno usare per comunicare con i propri clienti. Una chat bot in grado di rispondere alle domande e che impara le abitudini o le preferenze dei clienti.

Altre idee innovative di startup italiane al CES 2018

Queste sono solo alcune delle aziende italiane che hanno presenziato al CES, ma le idee innovative sono davvero tante e spaziano in vari settori. C’è il progetto ShargeMe per la condivisione dell’energia delle macchine elettriche, il bracciale per i motociclisti sviluppato per avvisare il conducente dei pericoli sulla strada, l’Abs per le biciclette, c’è Momo, la lampada smart che gestisce vari oggetti e serve alla sicurezza domestica, etc.

Insomma… non ci resta che rimanere a guardare cosa ci riserverà il futuro!

Consigliati per te

Lascia un Commento