Home Robot Remus 6000, il sottomarino robot che ha trovato un tesoro

Remus 6000, il sottomarino robot che ha trovato un tesoro

by Huro
sottomarino robot

Un sottomarino robot chiamato Remus 6000 ha trovato il santo Graal dei naufragi.

Il San Josè, un galeone davvero gigantesco che ha iniziato a navigare nel XVI secolo, aveva tra le sue caratteristiche 62 cannoni bronzei incisi con delfini, capaci di distruggere intere navi.

Esattamente l’8 giugno 1708, durante la guerra di successione spagnola, si infiammò a causa della polvere da sparo, mentre stava avendo luogo una battaglia con navi britanniche. Questo portò alla morte di 600 marinai condannati a rimanere sul fondo dell’oceano Atlantico. Inoltre si perse anche tutto il bottino di guerra che comprendeva oro, argento e smeraldi delle miniere in Perù. Una grande perdita di denaro che oscillava intorno ai 17 miliardi di dollari.
Questa è stata una delle più grandi sconfitte marittime della storia e il Santo Graal dei naufragi è rimasto sul fondo dell’oceano per 300 anni.

Rebus 6000 è il sottomarino robot che ha scoperto il tesoro

Qui entra in azione il piccolo sottomarino robot Remus 6000. Questo robot è pieno di sensori e telecamere ed è capace di immergersi per 6,5 chilometri sott’acqua. Un po’ diverso da Ocean One, ma pur sempre un’applicazione della robotica ai fondali marini.

Questo sottomarino non ha alcun equipaggio: infatti utilizza un sonar di ampia portata per trovare e riconoscere gli oggetti sul fondo marino. Quindi Remus 6000 scatta alcune foto di qualsiasi cosa degna di una controllata in più.

Remus 6000 è riuscito a trovare la nave nell’oceano. Scendendo sopra al relitto, appena si è trovato sul posto ha fatto una serie di scatti ai cannoni. Jeff Kaeli, uno degli ingegneri del Remus 6000, ha dichiarato che era a letto quando sono arrivate le prime foto. E così si è proceduto al ritrovamento del tesoro.

Questo ha avuto un importante significato storico e culturale per il popolo colombiano. Dimostra infatti quanto i robot siano importanti anche per le grandi scoperte umane.

Consigliati per te

Lascia un Commento