Home Curiosità roboticheLa Robotica Sonny di Io Robot e gli studi su simili da applicare nella vita quotidiana

Sonny di Io Robot e gli studi su simili da applicare nella vita quotidiana

by Huro
sonny

Gli scritti di Asimov, il film, Sonny e le impressioni sul futuro dei robot nella vita quotidiana

Io Robot è il film che è uscito sul grande schermo nel 2004 con il robot Sonny. Questo film è ispirato dai racconti del grande biochimico e scrittore russo Isaac Asimov che nella sua antologia trattava le “Tre leggi della robotica”. Il film è ambientato nel 2035 ed il suo lato fantascientifico da tanti è considerato un anticipo di quello che sarà il futuro. Vediamo perché vengono fatte queste affermazioni…

Nel film i robot sono parte integrante della società, cosa che viene predetta da tempo da vari scienziati.
I robot faranno parte del nostro quotidiano e saranno parte attiva in ogni sfera della nostra vita. Ci sono già robot umanoidi che sono in grado di conversare tranquillamente e attualmente sono in corso vari progetti che studiano software e sensori che riescano a far provare emozioni ai robot. Tornando a Sonny non possiamo escludere che in futuro ci siano dei robot come lui.

Posizioni contrastanti sull’evoluzione della robotica

Quando si parla di robotica, se da una parte assistiamo alla creazione di androidi e robot vari creati per semplificarci la vita e per migliorarcela, da un altro lato ci sono gli oppositori dei progetti di questo genere. Coloro che non approvano l’operato dei ricercatori perché non vedono l’evoluzione della robotica come una cosa positiva, ma come una minaccia per l’umanità intera. I sostenitori del no affermano di non amare queste innovazioni perché pensano che il controllo dei robot possa sfuggirci di mano, diventando così un pericolo per tutti gli umani. Una cosa è certa: le teorie che considerano un male l’evoluzione dei robot sono tante. C’è persino chi crede che programmare i robot in modo tale da avere sentimenti possa essere deleterio per le persone accudite.

Robot in grado di provare emozioni

A favore delle teorie che sostengono che l’evoluzione della robotica sia un fatto fondamentale troviamo ricercatori da ogni angolo del mondo, tra cui anche colui che è considerato uno dei geni viventi più importanti al mondo, ovvero Hiroshi Ishiguro. Il ricercatore giapponese tra le sue creazioni in questo campo ha sviluppato anche il suo clone. Questo non solo è un androide bipede in grado di conversare in ogni lingua del mondo con la capacità di usare espressioni facciali realistiche, ma è anche identico a lui a livello estetico.

Il professore sostiene che l’evoluzione dei robot ad un livello superiore sia essenziale e normale. Ritiene che l’umanità abbia bisogno di robot in grado di provare emozioni. Non dobbiamo considerarli macchine pericolose, ma un’altra specie che può vivere tranquillamente insieme a noi. Inoltre la sua teoria sul perché tante persone considerano un pericolo l’evoluzione dei robot è che l’occidente ha una cultura ed una religione diversa, aspetti che secondo lui limitano i pensieri delle persone.

Per concludere non ci rimane che sperare che i robot del futuro vengano programmati nel migliore dei modi. Sperando che le intenzioni dei ricercatori siano guidate dal buon senso e per aiutare la collettività.

Consigliati per te

Lascia un Commento