Home Guida Autonoma Sistemi di trasporto autonomo e smart vehicle: tutti i robot che non ti aspetti

Sistemi di trasporto autonomo e smart vehicle: tutti i robot che non ti aspetti

by Huro
smart vehicle

Smart vehicle, ovvero la robotica nei trasporti del futuro

La robotica ci sta abituando a nuove comodità che ormai fanno parte della quotidianità. Visto l’interesse sempre maggiore in questo campo, le aziende cercano di rinnovarsi sempre di più finanziando la ricerca per trovare soluzioni che possano migliorare continuamente i servizi offerti.

L’affermazione appena fatta riguarda anche uno dei progetti italiani attualmente testato a Cremona. Parliamo di Yape, il postino robot che pesa 15 chili, è lungo 60 centimetri, può arrivare fino a 20 chilometri all’ora, riesce a riconoscere i volti dei mittenti e dei destinatari, è in grado di evitare gli ostacoli e interagisce con l’ambiente circostante. Il robot postino ideato per trasportare piccoli pacchi è realizzato da e-Novia in collaborazione con il Politecnico di Milano e attualmente il progetto pilota è finanziato con 6 milioni di euro.

Un altro progetto interessante in merito al tema smart vehicle è quello che riguarda DRU, il robot di Domino che consegna pizza a domicilio. Il robot ha un’altezza di circa 90 centimetri e può contenere fino a 10 pizze che ovviamente vengono tenute in un vano contenitore ermetico. Per muoversi DRU è dotato di quattro ruote e di numerosi sensori che lo aiutano ad evitare gli ostacoli. Con una carica riesce ad arrivare fino a venti chilometri di distanza e la consegna dell’ordine avviene dopo l’inserimento di un codice da parte del cliente che gli viene consegnato prima dell’arrivo di DRU.

Non solo robot postini e consegne a domicilio per gli smart vehicle

Cambiamo tipologia di robot e parliamo delle valigie automatizzate, in grado di seguire autonomamente i proprietari. In questo campo i modelli studiati sono tanti ed ogni valigia smart ha caratteristiche diverse. Ognuna a modo suo offre una tecnologia all’avanguardia che ha rivoluzionato il modo di concepire questo oggetto di uso comune.

Per esempio, Travelmate Robotics, società americana con sede a San Francisco ha creato una serie di valigie intelligenti che riescono ad essere totalmente autonome. Seguono il proprietario anche in posti affollati, muovendosi sia in verticale che in orizzontale e si autoregola la velocità in base all’andamento del suo proprietario, arrivando ad una velocità massima di dieci chilometri orari. Questa valigia robot (smart vehicle) ha un’autonomia di circa 4 ore quando è in funzione e 100 ore se è in stand-by. La Travelmate Robotics ha realizzato le valigie in tre misure diverse e gli interessati possono ordinarle online.

Questi erano solo alcuni esempi, ma la maggior parte delle grandi aziende stanno investendo nella ricerca che riguarda la robotica e quotidianamente si assiste a nuovi progetti che prendono il via in tutto il mondo.

Cosa ci attende in un futuro molto prossimo?

Guardando al futuro sicuramente si assisterà ad altre evoluzioni. Ma la robotica incontra anche tanti oppositori che temono per il proprio lavoro nel caso in cui i robot dovessero prendere il posto degli umani. Se abbiano ragione o meno non sta a noi deciderlo. Possiamo solo sperare nel buon senso. Le attività di ricerca in questo campo continuano e probabilmente i robot diventeranno parte integrante della società.

Consigliati per te

Lascia un Commento