Home Robot Shelly, la tartaruga robot che scoraggia la violenza nei bambini

Shelly, la tartaruga robot che scoraggia la violenza nei bambini

by Huro
tartaruga robot

Shelly è una tartaruga robot che insegna ai bambini a non abusare troppo dei robot, perché questo può diventare pericoloso.

I bambini, soprattutto quando sono piccoli, toccano ogni cosa che gli capiti per le mani. Ma questo può essere un pericolo se la cosa che toccano non è un giocattolo ma un robot. Inoltre capitano anche situazioni in cui hanno brutti comportamenti con i robot. Quando un bambino incontra un robot per la prima volta, può capitare che voglia provare a vedere come reagisce alle cose. Solo che questo può portare a comportamenti che sarebbero piuttosto pericolosi se fossero rivolti a qualcosa di vivo. I bambini a volte possono essere violenti nei confronti dei robot, soprattutto quando non ci sono delle conseguenze.

Shelly, la tartaruga educatrice per bambini

C’è stata una conferenza internazionale alla ACM / IEEE su Human Robot Interaction a Chicago, dove erano presenti i ricercatori di Never Labs, KAIST e Seoul National University in Corea del Sud. Questi hanno presentato Shelly, una tartaruga robot progettata per educare i bambini a non essere violenti. Lo scopo è quello di evitare i comportamenti aggressivi dei bambini contro i robot e non solo. Shelly è a forma di tartaruga ed è divertente giocarci. A meno che tu non gli faccia del male. A quel punto si nasconde nel suo guscio.

Shelly è stata progettata con dimensioni importanti, per fare in modo che cinque o sette bambini possano interagire con lei nello stesso momento. Il guscio del robot tartaruga ha incorporati Led e sensori di vibrazione, in grado di rilevare tocchi e impatti. La sua forma è costituita da una piccola testa carina e da quattro arti che si muovono. Usando i led il robot trasmette vari stati d’animo. Il comportamento spaventato si attiva quando un bambino colpisce il guscio. In quel caso il robot si ritrae nel suo guscio, rimanendo lì 14 secondi.

I risultati hanno dimostrato che questa tecnica funziona. Infatti molti bambini hanno smesso di trattare in maniera irrispettosa i robot.

Forse servirebbe anche a quegli adulti che inneggiano alla violenza contro i robot.

Consigliati per te

Lascia un Commento