Home Università ed Istituzioni L’IIT e l’Università di Genova come capitale della robotica italiana

L’IIT e l’Università di Genova come capitale della robotica italiana

by Huro
università di genova robotica

Corsi, riconoscimenti e possibilità lavorative

Secondo i docenti Emaro, il corso di laurea in robotica svolto interamente in inglese di Genova, il lavoro del futuro è nel mondo della robotica. Questa sicurezza arriva grazie ai dati certi che vedono impegnati il 95% degli studenti che hanno frequentato questo corso di laurea dopo meno di 2 mesi dalla fine del percorso di studi.

Visti i traguardi che vengono superati continuamente dalla robotica non è difficile credere alle parole dei docenti. A testimoniare i vantaggi che si hanno frequentando questo tipo di corsi ci sono anche i risultati raggiunti nelle altre università. D’altronde basta vedere l’impiego che trovano gli ex studenti che spesso diventano dei protagonisti assoluti in questo campo.

Genova, la capitale della robotica italiana

L’Università di Genova è una paladina in questo campo. Infatti offre agli studenti percorsi di studi all’avanguardia in Bioingegneria, in Robotica, in Informatica ed in Ingegneria dei Sistemi. I laboratori dell’università vengono costantemente aggiornati a livello di strumenti e le collaborazioni con gli altri istituti hanno dato dei frutti pluripremiati.
Per i laureati l’Università di Genova emette dei bandi per offrire master in ogni settore, come i 21 master disponibili per 420 studenti laureati. Finanziati da varie a aziende ed enti privati, gli ambiti tra cui scegliere sono i seguenti: turismo, industria 4.0, cyber security, tecnologie per la salute, sicurezza e disabilità, design e made in Italy e valorizzazione del patrimonio culturale.

Non ci stupisce il fatto che all’Università di Genova vengono offerti questi master gratuiti visto che è considerata una delle migliori università italiane. Inoltre la città di Genova viene definita come la capitale della robotica italiana. Una ricerca effettuata dalla Microsoft Academic Research ha posizionato al primo posto in Italia l’ateneo genovese nell’ambito dell’ingegneria computazionale.
Sempre a Genova è presente anche la sede principale dell’Istituto Italiano di Tecnologia, istituto pluripremiato per le invenzioni realizzate dai suoi ricercatori.

Riconoscimenti nel settore della robotica

Tra i riconoscimenti ricordiamo la Softhand Plus, mano robotica in grado di versare il caffè. Premiata a Seul, è stata realizzata dai ricercatori dell’IIT e quelli dell’Università di Pisa. Oppure il robot bambino iCub alto 1,04 m per 25 kg di peso capace di sorridere, di storcere il naso quando non capisce, in grado di afferrare oggetti o di imparare a prenderli, etc. Questo piccolo umanoide è considerato uno dei robot più completi ed è stato realizzato da 2 ingegneri robotici dell’IIT, Giorgio Metta e Giulio Sandini. Quest’ultimo attualmente è anche il direttore del dipartimento di robotica dell’IIT.

I progetti realizzati dall’Istituto Italiano di Tecnologia nel campo della robotica o quelli tuttora in corso sono davvero tanti e meritano un articolo intero dove parlare delle magnifiche invenzioni firmate IIT.
Per concludere non ci rimane che invitare gli interessati a dare un’occhiata al sito dell’Università di Genova e dell’IIT, troverete tutte le informazioni di cui avete bisogno.

Consigliati per te

Lascia un Commento