Home Robot Il robot Walk Man per soccorso in situazioni di emergenza

Il robot Walk Man per soccorso in situazioni di emergenza

by Huro
robot walkman per soccorso

Il robot italiano creato per operare nelle situazioni di emergenza

Il robot Walkman è stato costruito da 24 ricercatori dell’IIT di Genova, dell’Università di Pisa ed altri Istituti europei. Finanziato dalla Commissione Europea, Walk-Man è un robot alto 1,85 m, pesa 118 kg (inclusa la batteria da 2KWh) ed ha innumerevoli capacità.

L’umanoide ha un sistema open source. La sua realizzazione ha richiesto 10 mesi ed è stato ideato per operare nelle situazioni di emergenza create dalla natura o dall’uomo. Proprio come il robot Atlas!

Cosa può fare il robot Walkman per soccorso?

Le capacità di Walk-Man sono davvero tante: rimuovere e superare gli ostacoli, salire le scale, sollevarsi da terra se cade, guidare un veicolo, camminare su terreni irregolari, lavorare con frese e martelli pneumatici, utilizzare dispositivi vari e oggetti, camminare come gli umani e mantenere l’equilibrio grazie ai suoi due accelerometri, localizzare e chiudere una valvola, aprire una porta, etc.

Tutte queste abilità sono dovute ai suoi 33 motori che servono ad unire i vari giunti, ai 4 suoi sensori coppia di forza (di cui 2 sono situati nei polsi e 2 nelle caviglie), alle 40 schede di controllo, alle telecamere per visione stereo, alla sua struttura tubolare di protezione, al pc per visione e percezione, al suo busto rotabile a 180%, allo scanner laser rotante, agli arti superiori retrovertibili, alla batteria da 2KWh, etc.

Un’altra caratteristica importante di questo robot è il sistema Softhand delle sue mani. Questo gli permette di maneggiare qualsiasi cosa con estrema cura e destrezza.

Il robot Walkman per soccorso al DARPA Robotics Challenge

Il robot italiano nel 2015 ha rappresentato l’Europa al Darpa Robotics Challenge. Si tratta di una competizione lanciata dall’Agenzia per la ricerca avanzata del dipartimento di difesa statunitense (DARPA). Qui competono squadre di tecnici impegnati nella robotica provenienti da tutte le parti del mondo.

La competizione serve a definire le caratteristiche dei robot da impegnare nelle situazioni di emergenza (terremoti, alluvioni, passaggio di uragani o situazioni disastrose create dall’uomo) ed è uno scambio di idee a livello tecnologico. Il robot Walk-Man in questa competizione è arrivato al diciassettesimo posto. Questo dopo aver superato prove difficili come chiudere una valvola, aprire una porta e camminare su terreni particolarmente instabili.

Walkman aiuterà i soccorsi anche in Italia

Nel frattempo i ricercatori continuano a lavorare al miglioramento del hardware e del software di Walk-Man. Da come riferiscono gli addetti al lavoro, l’intenzione è quella di impegnare questo robot anche in Italia, per affiancare gli uomini della Protezione Civile Nazionale ed i Vigili del Fuoco in caso di disastri naturali o creati dall’uomo, dove la presenza delle persone può essere messa in pericolo.

Le squadre di sviluppatori al lavoro nel mondo per creare automi che siano di aiuto in caso di calamita sono tante. I risultati migliori già si vedono durante le competizioni internazionali. Siamo quindi certi del fatto che prossimamente il personale che gestisce le emergenze sarà affiancato da robot che saranno un valido aiuto a salvare vite e ad evitare situazioni catastrofiche.

Consigliati per te

Lascia un Commento