Home Robot Ecco il robot subacqueo che svolge missioni davvero formidabili

Ecco il robot subacqueo che svolge missioni davvero formidabili

by Huro
robot subacqueo

Il robot subacqueo è frutto del lavoro di un team internazionale tra cui sono presenti Jussi Aaltonen, ingegnere meccatronico dell’Università di Tampere e Norbert Zajzon, coordinatore ungherese del progetto UNEXMIN.

Essi hanno voluto creare un robot per esaminare le miniere allagate. Queste vengono raramente abbandonate a causa dell’esaurimento dei minerali, ma solo per motivi economici. Jussi Aaltonen perciò pensa che potrebbero esserci ancora minerali di valore, o alcuni nuovi minerali da scoprire.

Essi hanno creato il robot subacqueo per poter trovare i minerali. Si tratta di un macchinario che ha la forma compatta di una sfera metallica imbottita con elettronica ad alta tecnologia. Ha 60 centimetri di diametro, poiché dovrà riuscire a resistere alla pressione fino a 500 metri di profondità. Norbert Zajzon spiega “Può passare molto più tempo sott’acqua di un subacqueo umano”. Il robot è inoltre composto da sonar, radar laser, telecamere e altri sensori che gli permettono di individuare l’ambiente circostante. Gli strumenti utilizzati sono alimentati a batterie pesanti che hanno la capacità di muoversi all’interno delle sfera, spostando il baricentro del robot quando indispensabile.

Il robot subacqueo diventerà completamente autonomo

I suoi creatori hanno deciso di studiare il robot subacqueo in un ambiente naturale. Lo scopo del progetto è quello di rendere il robot completamente autonomo, così potrà essere in grado di entrare in una miniera, mapparla ed infine tornare su da solo. Il tutto si perfezionerà con altre modifiche e test, ma i suoi creatori pensano che a breve riuscirà a svolgere queste attività.

Il robot subacqueo è stato sperimentato nel centro tecnologico in Portogallo poiché possiede varie strutture per i test. I suoi creatori sono potuti andare sott’acqua con lui per vedere meglio come si muove e come usa i suoi strumenti. Ci spiega Denis Loctier che “gli scienziati usano questa vasca profonda cinque metri per elaborare le funzioni del veicolo subacqueo in condizioni controllate”.

Consigliati per te

Lascia un Commento