Home Robot Gioca online con il robot spazzino e raccogli davvero i rifiuti!

Gioca online con il robot spazzino e raccogli davvero i rifiuti!

by Huro
robot spazzino

Un’organizzazione no profit di Chicago voleva combattere la tanta spazzatura che si trovava lungo un fiume a Chicago. Così ha costruito un robot spazzino per la raccolta rifiuti. Controllato a distanza e fluttuante. Vi va di provarlo? Si tratta di un robot interattivo!

Urban Rivers, la non profit, spera che le persone si mettano in fila per usare il Trash Robot quest’estate. Forse la gente lascerà anche una piccola donazione al gruppo per l’esperienza.

Il team infatti ha in programma di lanciare presto il robot e di costruirne altri in futuro, aprendo l’idea ad altri fiumi e a chiunque sia armato di un iPhone o Android. Il primo prototipo di robot era un dispositivo telecomandato. La versione 2.0, oggi, può essere controllata tramite uno smartphone o un computer.

Ma il co-fondatore Nick Wesley sta già pensando al futuro: “Oltre a ripulire la spazzatura, mi entusiasmano le idee sul monitoraggio della fauna selvatica, sulla costruzione di giochi, ecc. che consentono alle persone di interagire in un sistema senza necessariamente essere lì o in una simulazione”.

Come si pilota il robot spazzino?

Urban Rivers ha sviluppato il suo robot con una campagna Kickstarter da $ 5.000 dopo una precedente campagna per installare la prima fase di un progetto di giardino galleggiante conosciuto come The Wild Mile.

I piloti del Trash Robot vedono un punto di vista sull’acqua tramite una telecamera in streaming. Fanno girare il robot per raccogliere la spazzatura, quindi trasferiscono il carico per l’ordinamento e lo smaltimento. Il dispositivo robotico è progettato per uscire per 5-20 minuti, tornare con il carico, trasferirlo e quindi consentire a qualcun altro di prendere il volante.

Il robot spazzino verrà testato dai finanziatori a giugno, in un seminterrato, per aiutare a risolvere eventuali problemi. A seconda dei finanziamenti e dell’interesse, altri robot potrebbero essere costruiti per l’uso lungo il fiume Chicago (in modo che uno possa essere utilizzato mentre un altro è in carica), e in altri luoghi.

“Abbiamo deciso che avevamo bisogno di una soluzione sempre attiva e sempre presente”. Wesley afferma che Urban Rivers ha ricevuto chiamate da gruppi che si trovano a Sydney, Australia e Londra, in Inghilterra, interessati alla tecnologia e all’idea di trasformare la raccolta di rifiuti e la gestione in un gioco.

“Penso che il problema della spazzatura nei corsi d’acqua urbani sia abbastanza universale”, ha affermato Wesley. “La bellezza della nostra soluzione è che possiamo entrare in angoli davvero angusti e fessure, che è dove la spazzatura si accumula davvero”.

Consigliati per te

Lascia un Commento