Home Curiosità robotiche Star Wars: perché il Robot R2D2 è diventato C1P8 ed altre curiosità

Star Wars: perché il Robot R2D2 è diventato C1P8 ed altre curiosità

by Huro
robot R2D2

Caratteristiche del robot R2D2

Il simpaticissimo robot R2D2 è un droide che ha caratteristiche particolari. Infatti riesce ad interfacciarsi con qualsiasi tipo di computer ed è un perfetto co-pilota. Inoltre è un discreto combattente ed un eccellente meccanico in grado di riparare ogni tipo di nave spaziale.
Collaboratore inseparabile della famiglia Skywalker, il robot R2D2 a differenza di altri robot di Star Wars ha un ottimo umorismo e trova sempre soluzioni originali per trarre in salvo i suoi amici.

Alto poco meno di un metro, R2D2 ha una forma cilindrica e al posto della testa ha una semisfera dotata di un monocolo che gli consente di vedere e di proiettare immagini olografiche. Il robot R2D2 , progettato da Thecorpora, ha tre gambe (di cui una estraibile) ed è dotato di vari strumenti. Tra questi un saldatore ad arco, una sega circolare ed una chiave d’accesso per ogni tipo di dispositivo.

Come gli altri astroidi, R2D2 funge pure da navigatore sui caccia stellari e sulle varie astronavi. Riesce ad eseguire calcoli, manovrare la nave come un umano ed a stabilire rotte.
Ma a rendere il robot R2D2 speciale è soprattutto la sua capacità di rendere possibili le missioni di infiltrazione e spionaggio. In pratica è perfetto, anche se non ha grandi doti da combattente (ma riesce comunque a sconfiggere i nemici grazie alla sua intelligenza superiore).

Perché R2D2 è diventato C1P8, alcune curiosità sul robot

Lucas ha preso la decisione di cambiare nome a R2D2 per elevarlo rispetto agli altri droidi e per renderlo più umano, nonostante il suo aspetto non sia simile a quello umano.

La sigla R2, in inglese pronunciata “artoo” è una scelta fatta per assonanza con “Arthur”.  C1P8 invece è stato scelto dalla produzione italiana per ricordare il duo comico Gianni e Pinotto, scelte che probabilmente erano delle strategie per far ricordare facilmente i nomi dei robot.

L’attore che ha interpretato il droide è Kenny Baker. Risulta essere presente in ogni film. A trasformarlo nell’ interprete ideale di R2D2 è la forma di nanismo di cui è affetto. Questo gli consente di stare all’interno del rivestimento, manovrandolo in maniera efficiente grazie ad una telecamera posta all’interno del costume.

L’ultima curiosità riguarda il furto della copia originale del robot  R2D2 avvenuta nel 2013, notizia che ha fatto scalpore. D’altronde questo robot è famoso ed è stato inserito persino nella Robot Hall of Fame nel 2003 e nei geroglifici de “I predatori dell’arca perduta” dove appare la forma di R2D2.

Consigliati per te

Lascia un Commento