Home Curiosità robotiche Robot volanti ispirati a Star Wars per la NASA: ecco le foto!

Robot volanti ispirati a Star Wars per la NASA: ecco le foto!

by Huro
star wars

Sembra ieri che ci chiedevamo… Quando avremo dei robot come quelli di StarWars?

Ebbene Star Wars ha ispirato non solo i produttori di giocattoli, ma anche il mondo della robotica. Infatti presto il personale della stazione spaziale della Nasa avrà in dotazione dei robot volanti Astrobee, che hanno le dimensioni dei droidi per addestramento Jedi e che aiuteranno gli astronauti sulla stazione spaziale internazionale a lavorare in maniera più veloce ed essere più produttivi.

Parliamo di robot che voleranno liberamente, ispirati ai droidi di Star Wars e che saranno dotati di macchine fotografiche, sensori e tanti altri strumenti. Gli automi gireranno intorno alla stazione spaziale, anche se i loro compiti saranno molto più semplici rispetto a quelli eseguiti dai droidi della saga cinematografica. Infatti misureranno i livelli di rumore, la concentrazione dell’anidride carbonica oppure riprenderanno gli astronauti mentre lavorano.

Come funzioneranno gli Astrobee, robot ispirati alla saga Star Wars

A controllare i robot sarà l’equipaggio di terra, in grado di comandarli a distanza inviandoli nei vari waypoint della stazione, così come da terra potranno dare dei compiti ai robot, che almeno in parte verranno svolti in maniera autonoma.
Non solo, a titolo precauzionale il personale presente sulla Terra sorveglierà costantemente le azioni dei robot e sarà sempre pronto a farli rientrare se dovessero accadere incidenti di qualsiasi tipo, assicurandosi che gli Astrobee non abbiano bisogno di assistenza da parte degli astronauti.

I robot sono azionati dall’aria, tramite un sistema basato su una ventola e su un set di ugelli che ne controllano la direzione. Al contempo vari punti di riferimento visivi attorno alla stazione spaziale li aiuteranno a trovare la loro strada.
Questi robot prossimamente sostituiranno un modello precedente di robot di bordo chiamato Spheres, in uso sin dal 2006. Il trio Astrobee sarà più autosufficiente e garantirà una navigazione migliore, a differenza dei robot Spheres che richiedono un controllo costante da parte del personale di terra. Inoltre i nuovi robot dispongono anche di batterie ricaricabili, mentre i robot Spheres per alimentarsi utilizzano batterie alcaline ed i serbatoi di anidride carbonica.

In sostanza gli Astrobee ispirati a Star Wars sono considerati delle piattaforme di ricerca. Gli scienziati saranno in grado di utilizzarli per sperimentare qualsiasi cosa, dalle nuove interfacce alla tecnologia sperimentale di propulsione.

Consigliati per te

Lascia un Commento