Home Intelligenza Artificiale Heliograf è il robot giornalista che lavora per il Washington Post

Heliograf è il robot giornalista che lavora per il Washington Post

by Huro
robot giornalista

Heliograf, il robot giornalista che lavora per il Washington Post, è riuscito a scrivere 850 articoli in un anno. Questo avvenimento ha fatto molto scalpore e adesso molti giornali che trattano di meteo, terremoti, sport e politica si affidano al giornalista robot per i propri articoli. I testi sono sorprendenti perché non si riesce a capire dagli scritti se sia stata opera di un essere umano o di un robot.

Il nuovo robot giornalista affronta principalmente articoli che alle persone non piace affrontare, come quelli in ambito politico tipo i dati delle votazioni politiche o come quelli sportivi, per esempio scrivere i risultati delle partite. Gli editori hanno pensato di passare questo compito al robot giornalista per evitare errori e ridurre il malcontento dei report.

All’inizio Heliograf, il robot giornalista, era un sistema di intelligenza artificiale sviluppato da editor dell’azienda e ingegneri. In seguito ha fatto scalpore scrivendo brevi notizie sulle Olimpiadi di Rio. I suoi creatori però avevano già preannunciato che volevano che arrivasse a fare cose più utili. Infatti dopo poco tempo il robot giornalista si è iniziato ad occupare di argomenti di carattere politico come le elezioni presidenziali.

Heliograf, il robot giornalista, semplificherà la vita dell’uomo

Heliograf, il robot giornalista, ha permesso alle persone di avere un programma giornaliero delle competizioni e l’aggiornamento del medagliere.

Questa lavorazione editoriale in futuro potrà essere svolta solo dai robot giornalisti.
Non si deve pensare che i robot porteranno via il lavoro agli esseri umani,  anzi questi gli faciliteranno solo il loro compito. Mentre i giornalisti potranno scrivere articoli di approfondimento senza perdere tempo in cose più banali.

Ci sono stati anche altri 4 robot giornalisti che hanno fatto molto scalpore nel mondo. Il software della start-up Automated Insight dell’agenzia Associated press; Quill che è una piattaforma di intelligenza artificiale della Forbes; Quakebot di Ken Scwencke, ed infine Wibbiz il software utilizzato da USA Today per montare brevi video con la voce di un giornalista.

Questi robot giornalisti saranno il futuro nel campo dell’editoria che si espanderà sempre di più.

Consigliati per te

Lascia un Commento