Home Robotica e Ambiente Il robot che pulisce l’oceano dalle microplastiche creato da Anna Du

Il robot che pulisce l’oceano dalle microplastiche creato da Anna Du

by Huro
robot che pulisce

Il robot che pulisce l’oceano viene creato da una bambina di soli 12 anni chiamata Anna Du. Essa ha realizzato un sistema che traccia le microplastiche per poter pulire i nostri mari. Queste sono pezzetti di plastica di dimensioni molto piccole che vengono regolarmente ingerite dagli animali, provocandone in seguito il soffocamento.

La bambina ha da sempre manifestato una grande passione per il mare e per gli animali che vivono in esso. Questa determinazione l’ha spinta a cercare una soluzione concreta, per fare in modo di arginare il problema dell’inquinamento marino, che da tempo affligge la maggior parte dei mari. In seguito ad una gita scolastica nel porto di Boston, Anna Du scopre che tra la sabbia sono presenti minuscoli pezzetti di plastica. Inizia così la sua missione nel cercare di raccogliere le microplastiche, anche se si rende conto che sono davvero complicate da prendere, poiché sono piccole e tante.

Il robot che pulisce l’oceano diminuirà l’iquinamento

Anna decide di studiare la composizione di questi piccolissimi pezzi di plastica, arrivando così a creare un’invenzione capace di tracciarle. Essa produce un prototipo di un dispositivo subacqueo a infrarossi, che gli permette di individuare le microplastiche. Si tratta di un robot che pulisce l’oceano di nome ROV, Remotely operated vehicle, capace di identificare i rifiuti plastici e in seguito di rimuoverli senza fare del male alle creature marine. Il tutto avviene tramite un collegamento via cavo alla postazione remota di riferimento.

Il robot che pulisce l’oceano, ha un basso impatto ambientale e sostenibile due caratteristiche che l’hanno fatto posizionare tra i dieci finalisti della 3M Young Scientist Challenge. Si tratta una competizione che consente ai ragazzi di conoscere scientifici famosi e di lavorare con essi per la progettazione delle loro idee.

Anna Du ha intrapreso una grande sfida, poiché ogni anno vengono gettate nell’oceano all’incirca 8 milioni di tonnellate di plastica. Sarà quindi un percorso difficile ripulire i mari dall’inquinamento.

Consigliati per te

Lascia un Commento