Home Robot Robot che cadono alle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang

Robot che cadono alle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang

by Huro
robot che cadono

Pochi giorni fa abbiamo parlato dei robot presenti alle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang. Ma c’è una novità: sulle piste di sci sono stati presentati diversi robot autonomi: otto per la precisione.

Questi automi avrebbero dovuto dimostrare la loro bravura nella disciplina della discesa libera, ma gli esiti sono stati tutt’altro che positivi. Prima di vedere dei robot gareggiare contro gli umani alle Olimpiadi, quindi, dovremo aspettare ancora un po’!

Robot che cadono alle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang

[penci_video url=”https://www.youtube.com/watch?v=9-mwXX0Tn2Y” align=”center” width=”” /]

Come potrete vedere nel video qui sopra, gli sciatori meccanici presentati in sono caduti principalmente nei primi metri della discesa. Alcuni, i più bravi, si sono schiantati contro le transenne, sono ruzzolati giù per ottanta metri o hanno affrontato la pista al rovescio. Decisamente innovativo!

A parte gli scherzi, cos’è che non ha funzionato?
Secondo gli inventori il clima decisamente rigido che sta investendo in questi giorni la Corea del Sud ha causato delle disfunzionalità a livello di batterie e di computer di bordo degli automi. Anche i sensori hanno avuto problemi.

Innovazione sì, ma con i piedi per terra!

Nonostante molti articoli di questo blog presentino la robotica come molto avanzata, il mondo reale riserva ancora dei problemi con diversi robot. Lo abbiamo visto oggi, con le cadute degli automi alle Olimpiadi. Ma che succederebbe se nevicasse e i computer di bordo delle auto a guida autonoma impazzissero e non sOlimapessero più “vedere” la carreggiata?

Aiutare i ricercatori nell’elaborazione di nuove tecnologie ancora più avanzate tramite fondi da parte di governi e benefattori sembra una delle strade più semplici da consigliare. Creare dei robot avanzati necessita di numerosi studi e non basta frequentare un’ Università di Robotica: bisogna applicare molti anni nella costruzione e realizzazione di un prodotto realmente funzionante. E quindi mettiamoci subito all’opera: la sfida è aperta proprio a tutti!

Consigliati per te

Lascia un Commento