Home Robot Un robot che aiuta i disabili realizzato dall’Istituto Sant’Anna

Un robot che aiuta i disabili realizzato dall’Istituto Sant’Anna

by Huro
Un robot che aiuta i disabili

Non è sicuramente il primo e non sarà di certo l’ultimo. Questa volta si chiama Astro ed è un robot che aiuta i disabili e gli anziani. Soprattutto durante le festività natalizie molte persone vengono lasciate da sole. L’Istituto Superiore Sant’Anna di Pisa è come sempre all’avanguardia nel campo dell’intelligenza artificiale. In collaborazione con La Casa Sollievo della Sofferenza, infatti, ha dato vita a un automa che possa assistere chi ha bisogno. Ideato e progettato interamente dall’ateneo toscano lascerà ancora una volta tutti senza parole.

Un robot che aiuta i disabili e gli anziani non è mai un cattivo investimento. Molti sono i pazienti che presentano difficoltà motoria. Astro dovrebbe servire proprio come sostegno per chi da solo non riesce a spostarsi liberamente. In questo modo gli operatori sanitari e i famigliari avranno a disposizione un aiuto. Non è semplice prendersi cura di chi sta male. Spesso il tempo non basta e queste persone avrebbero bisogno di qualcuno che li assista ventiquattro ore su ventiquattro. Gli esseri umani hanno limiti evidenti. A tal proposito gli automi possono risolvere il problema.

Un robot che aiuta i disabili e non solo

In futuro un robot che aiuta i disabili e gli anziani potrà svolgere molte altre funzioni. Fra queste, accompagnare i pazienti all’interno di spazi chiusi, evitare gli ostacoli e ridurre il rischio di cadute. Avere un automa realizzato a dovere e quasi completamente autonomo potrebbe anche essere un modo per diminuire la sensazione di solitudine. Tutti sappiamo che un robot non potrà mai sostituire a pieno il calore di amici e parenti. In certe occasioni, però, Astro diventerebbe molto utile. Il caso delle festività è un esempio lampante.

Un sostegno, ma anche una guida per la deambulazione degli anziani. Si tratta di uno strumento che permetterà di monitorare i pazienti passo passo. Ciò sarà possibile anche durante un periodo di riabilitazione perché Astro riesce a registrare la forza e la massa muscolari. Questo è possibile grazie a dei sensori appositamente studiati nel minimo dettaglio. Ovviamente un robot che aiuta i disabili e gli anziani potrà diventare un valido sostegno anche per persone giovani con difficoltà motorie.

Consigliati per te

Lascia un Commento