Home Robot Ci sono anche dei veri e propri robot alle Olimpiadi di Pyeongchang

Ci sono anche dei veri e propri robot alle Olimpiadi di Pyeongchang

by Huro
robot alle Olimpiadi di Pyeongchang

I robot alle Olimpiadi di Pyeongchang continuano a fare notizia!
La Corea è ben nota per la tecnologia e l’impegno nella robotica: Samsung ed Lg nascono in questa terra, e non potevano fare mancare i loro robot alle Olimpiadi di Pyeongchang, l’evento più seguito di questo periodo.

Oltre a droni e telecamere intelligenti, ci sono anche i robot!

Il cielo di coreano di Pyeongchang è popolato da centinaia di droni che scandagliano le attività aeree per individuare oggetti volanti non autorizzati. Ma anche le telecamere intelligenti sono all’opera per mantenere in sicurezza la città che sta ospitando le Olimpiadi Invernali in questo 2018. Si tratta di occhi elettronici in grado di scandagliare i visi di tutti coloro che passeggiano per le strade. Una vera e propria città del futuro, quasi orwelliana, che diverte i più.

Ma alle Olimpiadi Invernali 2018 non mancano di certo i robot, con la tecnologia più in voga in questo momento… e sono ben 85! Infatti chi passeggia per strada potrà vedere numerosi robot per la pulizia a forma di bidone, con una cupolina come testa. Grazie a dei sensori scandaglia il terreno alla ricerca di spazzatura, rotola evitando gli ostacoli e gli umani e raccoglie il pattume, ripassando più volte nei punti dove ha memorizzato un particolare accumulo.

[penci_video url=”https://www.youtube.com/watch?v=TiNMWkIJGqA” align=”center” width=”” /]

Altri robot alle Olimpiadi di Pyeongchang che destano stupore fra la folla

Chi si trova nella città coreana potrà ammirare circa 85 robot; alcuni di questi sono dei pesciolini in metallo che nuotano nelle fontane della città. Dei bracci meccanici collegati con le ultime informazioni sui vincitori delle medaglie d’oro, invece, realizzano dei graffiti sui muri senza bisogno di nessun umano a comandarli. E se ti perdi? Niente di più facile! Un piccolo umanoide arriverà in tuo soccorso, pronto a darti informazioni!

L’umanoide ha l’altezza di un bambino e due led sulla testa per simulare le espressioni umane. Parlandogli con voce naturale, capisce la domanda e fornisce la risposta più adatta.
Allo stesso modo un altro umanoide della stessa tipologia (FURo) permette agli atleti di comunicare tra loro anche se non conoscono l’inglese, tramite una traduzione istantanea del messaggio.

E i mezzi di trasporto pubblici? Automatici anche quelli! Gli autobus infatti si guidano da soli in quanto completamente autonomi: l’autista c’è, ma non fa nulla! E sui finestrini sono montati dei televisori che mostrano i momenti salienti della giornata sportiva.

Che dire, proprio una città del futuro!

Consigliati per te

Lascia un Commento