Home Robot Robot Albatross, l’aliante che sfiora la superficie dell’acqua

Robot Albatross, l’aliante che sfiora la superficie dell’acqua

by Huro
robot albatross

Il robot Albatross è l’aliante robotizzato che sfiora la superficie dell’acqua. Il MIT di Boston è famoso per le sue realizzazioni spettacolari e anche questo progetto non è da meno. Una delle ultime invenzioni è un aliante robotizzato che si comporta come un albatros. Interessante, vero? Pensa che esistono tanti animali robot di cui non sospetti nemmeno l’esistenza!

In pratica gli ingegneri del MIT hanno costruito questo robot che riesce a sfiorare la superficie dell’acqua, cavalcare il vento come un albatros e surfare come se fosse una barca a vela. Quando il robot si trova in una zona particolarmente ventilata rimane in alto. Mentre in assenza di vento riesce ad assumere le caratteristiche di una barca a vela, anche se viaggia 10 volte più velocemente rispetto ad essa.

Il sistema robotizzato è leggero, pesa circa 6 kg ed è stato creato per ispezionare gli oceani. Serve a capire cosa sta avvenendo in seguito ai cambiamenti climatici e per raccogliere altri dati utili.

Il progetto è stato realizzato principalmente da Gabriel Bousquet, del Dipartimento di Aeronautica ed astronautica del MIT, insieme a Jean-Jacques Slotine e Michael Triantafyllou. L’anno scorso i tre scienziati avevano già pubblicato uno studio sulle dinamiche di volo dell’albatros. In questo studio hanno identificato la meccanica che consente all’uccello di coprire vaste distanze consumando un minimo di energia.

Il robot Albatross ispeziona gli oceani

In pratica la chiave delle sue performance sta nella sua capacità di entrare ed uscire dagli strati d’aria ad alta e bassa velocità. Nello specifico, i ricercatori hanno scoperto che l’uccello è in grado di eseguire un processo meccanico chiamato “transfer of momentum”. Questa azione sfrutta un momento ben preciso tra gli strati d’aria più alti e più veloci. Il robot tuffandosi giù riesce a trasferire quell’impulso a strati più bassi e più lenti, creando così una spinta che non gli richiede di sbattere continuamente le ali. Si tratta di una tecnica che è simile a quella delle barche a vela. Solo che nel caso della barca il trasferimento non avviene tra strati d’aria, ma tra l’acqua e l’aria.

Il robot che riproduce il volo dell’albatros e la navigazione della barca a vela è dotato di sensori di misurazione inerziale, GPS, pilota automatico, ultrasuoni ed altri strumenti utili per tracciare l’altezza dell’aliante sopra l’acqua e per controllare vari parametri.

Consigliati per te

Lascia un Commento