Home Curiosità robotiche Robby, il primo robot del cinema che ha rispettato le leggi di Asimov

Robby, il primo robot del cinema che ha rispettato le leggi di Asimov

by Huro
robby robot

Robby è un robot immaginario protagonista del film “Forbidden Planet” (Il pianeta proibito) del 1956, presente anche in altre opere. Creato da Robert Kinoshita, il robot compare in diversi contesti nei vari film, non seguendo un’unica continuità.
Nel Pianeta proibito il robot è una creatura costruita sul pianeta Altair IV dal dottor Edward Morbius come compagno di giochi per la figlia Alta nonché suo servitore.

Robby viene creato e programmato in maniera tale da obbedire alle 3 leggi della robotica:

  • Non creare danni agli esseri umani;
  • Obbedire sempre agli ordini impartiti dagli esseri umani, a condizione che questi non contravvengano alla regola precedente;
  • Proteggere la propria esistenza, purché questa azione non contravvenga alle prime due regole.

Infatti, nel momento in cui Robby si trova a dover combattere contro l’Entità, non potrà obbedire, perché riconosce la mente del dottor Morbius.

Per i più nostalgici abbiamo pensato di linkare qui Robby versione pupazzo ed un simpatico quadro da parete con Robby sul Pianeta proibito.

Qui invece trovate una lista di tutti i film con robot!

Altri ruoli del robot Robby nel cinema

Dopo il Pianeta proibito, Robby è protagonista anche nello spin-off di questo film, ovvero nell’opera “Il robot e lo Sputnik” (The Invisible Boy). Un film che ha una certa continuità con la prima opera, in quanto comprende la parte in cui Robby giunge sulla Terra sull’incrociatore C-57-D.

In seguito Robby viene ribattezzato in Robotoid. Negli anni ’66 e ’67 appare nella serie cult “Lost in Space” insieme al robot B-9, un altro automa realizzato da Robert Kinoshita. Mentre nel 1974 Robby compare in un episodio della serie dell’Ispettore Colombo (“L’omicidio del professore”), dove per motivi scenici il robot non ha le gambe, sostituite con una base mobile posizionata su ruote.

Robby rimane uno dei robot più importanti della storia del cinema, anche se in seguito abbiamo potuto osservare numerosi automi con ruoli importanti nei film. Ed è interessante notare le innovazioni che ci sono stati negli anni a seguire, confrontando i vari robot utilizzati nelle opere cinematografiche. Senz’altro c’è stato un cambiamento da ogni punto di vista. Quello che negli anni ’60 era considerata solo pura fantascienza ora, almeno in parte, sta diventando realtà.

Consigliati per te

Lascia un Commento