Home Curiosità robotiche Ready Player One: sei sicuro che esista un’unica realtà in cui vivere?

Ready Player One: sei sicuro che esista un’unica realtà in cui vivere?

by Huro
Ready Player One

Immaginate il futuro nel 2045. Come potrebbero essere le condizioni di vita fra circa venticinque anni? Ready Player One è un film di fantascienza che prova a mostrare un possibile e preoccupante scenario. Uscito sul grande schermo nel 2018 ha suscitato subito un grande scalpore fra il pubblico. Oggi i robot sono ancora relativamente lontani dalla nostra quotidianità, ma sarà sempre così? Secondo la mente geniale di Steven Spielberg un giorno potremmo parlare e convivere costantemente con gli automi. Tanto da arrivare ad innamorarcene. Siete curiosi? Continuate a leggere per scoprire la storia raccontata da Ready Player One.

L’inquinamento e la sovrappopolazione hanno reso il mondo un luogo poco attraente per comprare casa e costruire una famiglia. Molte città sono state sostituite da baraccopoli in stato di degrado, infatti la maggior parte delle persone si rifugia spesso nella realtà virtuale di Oasis. Una seconda vita li attende ogni volta che desiderano scappare dalla quotidianità per partecipare a varie attività di intrattenimento. La situazione, però, precipita nel momento in cui il creatore di Oasis annuncia tramite il suo avatar personale una sfida innovativa e accattivante. I giocatori, infatti, dovranno trovare le tre chiavi d’accesso risolvendo altrettanti tre enigmi per vincere la gara. Ready Player One ha una trama così avvincente che è un film che si guarda tutto d’un fiato, senza staccare gli occhi dallo schermo.

Ready Player One: chi vincerà la sfida?

Pronti a giocare? Ready Player One non smette mai di stupire. A concorrere per aggiudicarsi la vittoria c’è anche un giovane orfano di nome Wade Watts. Un giorno, mentre partecipa a una gara automobilistica virtuale riesce a salvare un’altra giocatrice, Artemis, dalla ferocia di King Kong. I due iniziano a collaborare per trovare le chiavi necessarie e nel frattempo sentono nascere una sintonia molto speciale. La concorrenza è rappresentata da una multinazionale che si avvale di Gunters (letteralmente cacciatori di uova) professionisti e che vuole privatizzare Oasis. Ready Player One racconta la storia di un mondo in declino attraverso gli occhi del giovane Wade. Il ragazzo riuscirà ad arrivare in finale? Quale sarà il destino che aspetta gli umani se Oasis verrà privatizzata inglobando tutto il resto?

Il genio di Steven Spielberg vuole mostrare come una realtà futuristica così lontana oggi, potrebbe diventare fin troppo vicina. Un giorno, probabilmente, saranno i nostri avatar a parlare e condividere interessi. Il film si conclude con un finale a sorpresa che farà riflettere lo spettatore. C’è ancora speranza per l’umanità? Se questo articolo ha suscitato la vostra curiosità, date un’occhiata ad altri interessanti titoli da inserire nella vostra “videoteca”.

Lascia un Commento