Home Robotica, Medicina e Salute Ragni robotici intelligenti usati in endoscopia e microchirurgia

Ragni robotici intelligenti usati in endoscopia e microchirurgia

by Huro
ragni robotici

Che la ricerca scientifica abbia compiuto passi da giganti è sicuramente vero. Ma c’è un’altra cosa altrettanto certa. Negli ultimi anni gli studi sull’intelligenza artificiale stanno dando un forte contributo a migliorare ogni ambito della vita umana. Un gruppo di ricercatori della Harvard University, infatti, ha lavorato sodo per realizzare piccoli ragni robotici. Automi in grado di sostituire in parte le mani esperte dei chirurghi. Si tratta della produzione di materiali robot morbidi ed efficaci. Tecniche sempre più fini e all’avanguardia consentono di lanciare sul mercato invenzioni mai viste prima.

Alcuni interventi chirurgici richiedono una precisione fuori dagli standard. Salvare vite umane non è cosa da tutti i giorni. Per questo motivo è necessaria un’esperienza pluriennale dettata da studio, osservazione e pratica. Non basta solo la bravura però. Certe azioni risultano molto difficili anche ai medici più competenti; per esempio arrivare nei punti più nascosti e profondi del corpo umano. A questo scopo sono stati progettati i ragni robotici. Oggi tecniche innovative e all’avanguardia permettono di produrre automi sempre più intelligenti, robot in grado di affiancare l’uomo nelle operazioni complesse che deve svolgere quotidianamente.

Ragni robotici usati in medicina e non solo

Grazie all’unione di strati di gomma siliconica è stato possibile creare questi ragni robotici a otto zampe. Essi riescono anche a muoversi autonomamente. Ispirati a una coloratissima specie australiana, gli automi sono stati realizzati con un metodo innovativo. Si tratta di Morph, processo chiamato anche “origami microfluido per dispositivi pneumatici e idraulici riconfigurabili”. L’endoscopia e microchirurgia sono i principali ambiti in cui i ragni robotici dovrebbero essere utilizzati a breve.

Non si parla solo di medicina. La robotica soft, infatti, può essere applicata anche in altri contesti. Questa tecnologia si potrebbe rivelare molto utile per i dispositivi indossabili e per la manipolazione su micro scala. Piccole dimensioni e flessibilità sono gli elementi vincenti degli automi in questione. I ragni robotici sono costituiti da un corpo trasparente realizzato tagliando dodici strati di silicone elastico. In sostanza si tratta di un “animale” grande quanto una moneta da un penny. Inoltre bisogna ricordare che gli ingegneri potranno comandare qualsiasi movimento effettuato dall’automa. Questo garantisce sicurezza e affidabilità grazie a un team di professionisti esperti del settore.

Consigliati per te

Lascia un Commento