Home Curiosità robotiche Quando sono nati i robot? Ecco svelata la vera storia…

Quando sono nati i robot? Ecco svelata la vera storia…

by Huro
quando sono nati i robot

Nell’immaginario comune i robot vengono considerati realizzazioni che appartengono ai tempi recenti. Frutto anche del grande progresso che si sta verificando in questo campo ed alla diffusione sempre maggiore di questi strumenti altamente tecnologici.

Ecco quando sono nati i robot!

In realtà, anche se oggi si sta conoscendo meglio questo settore ed i robot fanno parte delle nostre vite sempre di più, la prima volta che si è parlato in un testo di un automa è stato nel terzo secolo avanti Cristo, in un testo cinese.
In questo testo Lei Zei racconta di un incontro avvenuto nel decimo secolo avanti Cristo tra il re Mu del Regno di Zhou ed un ingegnere meccanico di nome Yan Shin. L’ingegnere, orgoglioso del suo lavoro mostra al re un robot umanoide. Questo era costruito con pelle, legno, lacca e colla che aveva al suo interno delle parti meccaniche in grado di replicare gli organi interni.

Anche nella mitologia greca ci sono varie tracce di umanoidi artificiali ed automi. Per esempio, il dio Vulcano aveva con se una serie di compagni e servitori meccanizzati. Invece il re Minosse aveva realizzato Talos, il gigante in bronzo che era alato e meccanico.

Nel quarto secolo avanti Cristo, il filosofo e matematico Archita di Taranto progettò un uccello meccanico. Mentre Erone d’Alessandria, matematico, inventore ed ingegnere greco che ha vissuto nel primo secolo avanti Cristo progettò e realizzò diversi robot, alcuni tra questi a quanto pare erano anche capaci di parlare. Non solo, tra i suoi testi c’è uno che si intitola “Automa”.

L’evoluzione da quando sono nati i robot ad oggi

Il tema infatti era molto sentito nei vari ambienti dell’antica Grecia. Persino Aristotele si è interessato a questo argomento considerando i robot la soluzione ideale i lavori degradanti, liberando così gli esseri umani dalla schiavitù.

Anche nel medioevo la robotica è stata al centro dell’attenzione degli inventori ed ingegneri. Tra il primo ed il secondo millennio fu creato il primo orologio meccanico, da un inventore cinese di nome Su Song. Mentre 2 secoli più tardi Al-Jazari – ingegnere ed inventore musulmano – realizzò vari robot e dispositivi meccanici, tra cui il primo robot umanoide programmabile.

Dal rinascimento invece ci sono numerose prove che dimostrano l’interesse dell’epoca verso questo settore. Tra queste i taccuini di Leonardo da Vinci che risalgono al 1495 e che sono stati ritrovati solo nel 1950 e che contengono numerosi progetti dettagliati di cavalieri meccanici.

Nel 1533, invece, l’astronomo e matematico tedesco Regiomontano progettò e realizzò un’aquila ed una mosca in ferro, entrambe capaci di volare. Mentre Blaise Pascal fu il primo ad inventare un calcolatore meccanico.
Sono tante le invenzioni che si sono verificate in seguito, arrivando fino ad oggi ed il progresso che si è avuto e si sta verificando attualmente è segnato da una continuità sorprendente.

Consigliati per te

Lascia un Commento