Home Robot Paro: la foca robot che assiste gli anziani e migliora il loro umore

Paro: la foca robot che assiste gli anziani e migliora il loro umore

by Huro
Paro

Capita spesso che le persone anziane si sentano sole. Non sempre abbiamo modo di accudirle e trascorrere del tempo in loro compagnia. Inoltre chi è affetto da malattie o demenza senile risente maggiormente di questa situazione. A tal proposito Takanori Shibata, ricercatore capo del National Institute of Advanced Industrial Science and Technology, ha dato vita a Paro. Si tratta di peluche che in realtà è una vera e propria foca robot. Realizzata per assistere gli anziani, sembra un animale in carne e ossa e fa tenerezza a chi la osserva.

Paro è in grado di muovere la testa e le pinne. Inoltre vi guarda negli occhi ed è sensibile al tatto e alla luce. Non vi sembrerà nemmeno di avere a che fare con un robot. Grazie all’intelligenza artificiale con cui è stata programmata riconosce la voce di chi accudisce. L’automa venne presentato al pubblico già quattro anni fa dallo studio Catola & Partners di Firenze. La dimostrazione di ciò che Paro era in grado di fare prese luogo nell’ambito del convegno nazionale per l’Alzheimer. Oggi i ricercatori hanno prodotto circa cinquemila esemplari di foca robot, di cui trenta sono attualmente operativi in Italia.

Paro: il contatto fisico è il suo punto forte!

L’interazione con Paro porta numerosi benefici. Negli anziani si risvegliano sentimenti di affetto, attenzione e amor proprio. La foca robot coinvolge la persona che assiste in modo attivo e partecipativo tanto che riesce anche a contrastare episodi di ansia, agitazione e aggressività. Molti studi hanno dimostrato che di conseguenza l’assunzione di farmaci diminuisce e l’umore migliora. L’intelligenza artificiale ha compiuto davvero passi da giganti nel campo della robotica. La sperimentazione di automi di questo genere continua sia in ospedale che nelle case di cura.

Il Giappone e l’Italia sembrano essere i paesi con il maggior numero di pensionati presenti sul territorio. L’invenzione di Paro, quindi, li interessa particolarmente. Il peluche si comporta come un vero e proprio animale domestico. L’innovazione principale del robot, però, risiede nel suo funzionamento. La foca, infatti, si attiva grazie alle carezze e interagisce attraverso il contatto fisico. Le ripercussioni sul piano empatico-emotivo sono sorprendentemente positive. Certamente non sostituisce il calore di un essere umano, ma rappresenta una valida alternativa nella vita di tutti i giorni.

Consigliati per te

Lascia un Commento