Home Eventi di robotica Mattarella incontra i robot dell’Istituto Italiano di Tecnologia

Mattarella incontra i robot dell’Istituto Italiano di Tecnologia

by Huro
mattarella incontra i robot

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha visitato nei giorni scorsi l’Istituto Italiano di Tecnologia IIT. Una visita importante per il mondo della robotica, in quanto i migliori robot della nazione sono riusciti ad incontrarlo e stringergli la mano.

A Genova Mattarella ha visitato innanzitutto il dipartimento di Nanomedicina, per poi rivolgere le sue attenzioni all’IIT. In questo modo ha potuto fare conoscenza con i robot più famosi dell’Istituto: R1 e iCub.

Mattarella incontra i robot: R1

Il robot R1 è andato incontro al presidente direttamente nel corridoio di ingresso. Questo robot maggiordomo, dal costo minore rispetto al fratello iCub, ha esordito dicendo: “Buongiorno signor presidente, le ho portato un libretto sui primi 10 anni dell’Istituto italiano di tecnologia”. Ed ha allungato la sua mano robotica per porgergli la brochure.

Mattarella, così, ha accettato con un sorriso quel gesto ed ha ringraziato simpaticamente. Poi ha proseguito oltre, sotto lo sguardo attento del robot maggiordomo dagli occhioni verdi.

Mattarella incontra i robot: iCub

Non fa in tempo ad arrivare nella stanza adibita alla sperimentazione robotica che al presidente della Repubblica sfugge un sorriso: ha visto iCub, che lo saluta con la mano facendo ciao. “Buongiorno presidente, benvenuto a casa mia”.

A questo punto il direttore scientifico Roberto Cingolani fa partire la performance del robot iCub, che mostra al presidente Mattarella come eseguire delle ‘asana’ yoga stando in equilibrio sulla gamba sinistra.

Sorpresa finale per il presidente Mattarella

Concluso lo spettacolo di iCub, Sergio Mattarella si ritrova faccia a faccia con Marco Zambelli.
Quest’uomo è il paziente su cui si sta sperimentando da anni la mano robotica Hannes: italiana, economica e controllata col pensiero. Una splendida sorpresa per il presidente, che ha apprezzato il breve colloquio stringendo con affetto proprio quella mano, segno di un futuro ormai divenuto presente e decisamente attestato.

Consigliati per te

Lascia un Commento