Home Robotica e Ambiente A Singapore è nato Mantadroid, il robot che imita le mante

A Singapore è nato Mantadroid, il robot che imita le mante

by Huro
mantadroid

È stato chiamato Mantadroid ed è il robot acquatico ispirato al modo di nuotare della manta. In grado di raggiungere una velocità massima al secondo pari a due volte la sua lunghezza, ha un’autonomia di 10 ore circa.

Il progetto è stato sviluppato dai ricercatori della National University of Singapore che hanno preso come modello lo stile di nuoto unico nel suo genere della manta. Uno degli animali acquatici più potenti, che riesce a “volare” muovendo le pinne pettorale senza nessuno sforzo, come se fossero le ali di un uccello di grandi dimensioni.

L’automa ha delle misure molto ridotte, appena 35 cm di lunghezza, 63 cm di apertura alare e pesa solo 700 g. Le sue pinne sono flessibili e costruite in PVC, ciascuna dotata di un motore elettrico. Anche se è ancora un prototipo l’intenzione dei ricercatori è quella di studiare la biodiversità marina. Oltre ad usarlo nella misurazione dei dati idrografici oppure nelle operazioni di ricerca di persone ed oggetti dispersi in mare.

Caratteristiche di Mantadroid

Rispetto ad altri robot della stessa categoria Mantadroid è più silenzioso, aspetto che consente una minore interruzione della vita marina. Inoltre la sua conformazione permette di poter ospitare una vasta gamma di sensori o di altri carichi utili.
In attesa di testarlo in mare e controllare la sua capacità di gestire le correnti, i ricercatori hanno provato il robot in acque dolci. Nel frattempo il team che ha lavorato alla realizzazione del robot continua a studiare soluzioni che permettono di migliorare le capacità di Mantadroid.

Questo non è l’unico robot realizzato per essere utilizzato per questi scopi. Grazie all’attenzione crescente verso la salute dei nostri mari ed all’impegno delle istituzioni ed aziende robotiche che collaborano, in futuro si potranno utilizzare sempre di più automi in grado di rilevare i parametri utili per verificare il livello delle sostanze inquinanti, cercare e salvare eventuali superstiti quando si verificano situazioni di emergenza, sistemare eventuali danni alle imbarcazioni, pulire i residui di sostanze tossiche, etc.

Consigliati per te

Lascia un Commento