Home Guida Autonoma La startup Nuro presenta il nuovo furgone autonomo per le consegne

La startup Nuro presenta il nuovo furgone autonomo per le consegne

by Huro
nuro

Nuro, la startup della Sillicon Valley, ha lanciato sul mercato un nuovo veicolo autonomo. Questo apparecchio non è dotato di porte o finestre, perché il suo fine sarà di trasportare pacchi al posto delle persone.

Mentre la maggior parte delle case automobilistiche e delle aziende tecnologiche fanno a gara per sostituire i conducenti delle auto, Nuro ha rivoluzionato questo progetto occupandosi di creare un veicolo a guida autonoma per Amazon.com Inc., United Parcel Service Inc. e per i rivenditori che cercano di costruire la propria attività di e-commerce. Con questo metodo, ha inoltre aggiunto il co-fondatore Dave Ferguson, si può consegnare qualsiasi cosa, sempre e ovunque.

Ha più o meno la stessa larghezza di un SUV convenzionale, ma è largo 3,5 piedi e possiede inoltre un parabrezza di vetro. Il robot assomiglia a un’auto dei “The Jetsons” e ha una di quelle valigie intelligenti che seguono i viaggiatori nei loro spostamenti in aereoporto.

Nuro il veicolo autonomo

Nuro naturalmente non è la sola azienda a fare consegne autonome. Ford Motor Co. ha iniziato a fare prove sulle consegne di pizze. Toyota Motor Corp. ha lanciato sul mercato un veicolo per le consegne a Las Vegas e Pizza Hut. Renault-Nissan prevede di inaugurare un furgone di consegna senza conducente a settembre.

Senza parlare di Yape, il robot italiano per le consegne già attivo da tempo.

Il veicolo, rispetto a varie auto robotizzate, è molto lento e questo lo rende più sicuro. Non ha alcuna fretta e può evitare numerosi incidenti ed ostacoli.

Nuro non è ancora un veicolo all’avanguardia come può essere il traino di General Motors Co. Questo deve ancora firmare accordi con i partner di produzione o con i clienti. I creatori hanno però dichiarato di essere in contatto con importanti rivenditori. Per ora la loro missione è quella di portare questo veicolo sulle strade degli Stati Uniti.

Consigliati per te

Lascia un Commento