Home Intelligenza Artificiale L’intelligenza artificiale come alleata per un mondo più sostenibile

L’intelligenza artificiale come alleata per un mondo più sostenibile

by Huro
l'intelligenza artificiale

Robotica, droni, logistica, stampa 3D, biotecnologia, chirurgia robotica, diagnostica, industria automobilistica e riabilitazione robotica con l’ausilio di esoscheletri indossabili. Questi sono i principali ambiti in cui viene applicata l’intelligenza artificiale.

Oggi l’intelligenza artificiale è onnipresente, partendo dai dispositivi più piccoli per arrivare a sistemi enormi e particolarmente complessi. Si tratta di una realtà che lentamente si sta integrando nella vita degli esseri umani e che divide l’opinione pubblica.

Da un lato ci sono i sostenitori di questi sviluppi tecnologici e dall’altra ci sono i conservatori che sostengono tesi tradizionaliste e non sono entusiasti dei cambiamenti che si stanno verificando.
I pregiudizi, le paure e le fake news che riguardano il mondo della robotica non mancano. In tanti casi questo settore viene persino demonizzato.

Come in ogni altro settore, anche quello della robotica deve essere regolamentato. Su questo sembra che siano tutti d’accordo, progressisti e conservatori. Si tratta di un’azione necessaria, onde evitare che gli strumenti innovativi dotati di intelligenza artificiale possano essere utilizzati per recare danni. Punto chiave questo della sicurezza, che rende il settore attaccabile.

Attualmente ancora non esiste una tecnologia in grado di rendere le macchine intelligenti e dotarle di autocoscienza o di emozioni vere e proprie, anche se sono numerose le aziende che lavorano per rendere possibili queste caratteristiche. Ma almeno per ora coloro che temono queste innovazioni possono stare tranquilli: le ribellioni dei robot rimangono proiezioni tipiche dei film di fantascienza.

Ad incutere paura in alcune persone è un mix che riguarda in parte la tecnologia che, secondo i timorosi prenderà il posto degli esseri umani, ed in parte è il progresso vertiginoso a suscitare sentimenti di paura, in particolare le performance sempre migliori delle AI.

Le nuove regole da applicare per l’intelligenza artificiale

Nel frattempo i governi stanno cercando di regolamentare questo settore. Compito non facile dato che l’AI viene utilizzata anche nelle operazioni più profonde e delicate.

La privacy, cioè i vari dati sensibili intesi ad ogni livello è sicuramente uno degli aspetti più importanti da proteggere, insieme ad altri punti chiave che necessitano di regole ben precise. Lavoro difficile che non richiede solo l’intervento dei politici, ma anche quello di numerosi scienziati, educatori, filosofi, teologi ed altri professionisti vari.

Appare chiaro che per creare un mondo più sostenibile c’è bisogno di una visione globale. Oltre che creare un giusto equilibrio basato su etica ed umiltà, collaborazione e competenza. In sostanza il progresso secondo le tesi più quotate deve avvenire all’interno di un quadro etico, giuridico, antropologico e culturale che ancora non è definito e che è necessario per supportare la parte tecnico-scientifica.

Consigliati per te

Lascia un Commento