Home Robot Iuvo è la nuova tecnologia indossabile: ecco gli esoscheletri per lavoratori

Iuvo è la nuova tecnologia indossabile: ecco gli esoscheletri per lavoratori

by Huro
iuvo esoscheletri per lavoratori

Quando si parla di Industria 4.0 non si può lasciar fuori Iuvo, la tecnologia indossabile realizzata da una società spin-off dell’Istituto di robotica della scuola superiore sant’Anna di Pisa, su cui hanno investito Ossur e Comau.
L’obiettivo che ha portato alla realizzazione di questo esoscheletro per lavoratori è migliorare la qualità della vita grazie all’utilizzo della tecnologia.
Iuvo infatti progetta e produce esoscheletri per lavoratori che sono in grado di aiutare e ottimizzare le modalità di lavoro degli operatori del settore dei servizi e quello industriale, nel campo medico, etc.

Come anticipato, recentemente Iuvo ha ricevuto investimenti da parte di Comau, multinazionale del gruppo Fca, specializzata in soluzioni automatizzate avanzate. Ma anche da Ossur, società che produce soluzioni scientificamente collaudate ed avanzate nel settore dell’ortopedia non invasiva, pensate per migliorare la mobilità delle persone.

L’evoluzione di Iuvo e degli esoscheletri per lavoratori nel tempo

Iuvo, fondata nel 2015 da un team di ricercatori, professori e post-dottorati, nasce per lanciare sul mercato i risultati di progetti nazionali oppure europei, come nel caso di Cyberleg Ict Fp7.
La spin-off dell’Istituto superiore Sant’Anna oggi è controllata nella quota di maggioranza da Ossur e Comau. La nuova joint venture ha sede allo Humanufacturing Innovation Center Comau di Pontedera (Pisa). Qui l’obiettivo primario è quello di sviluppare ed evolvere ulteriormente la collaborazione uomo-macchina in settori come l’ingegneria biomedica, il mondo consumer e la produzione manifatturiera.

L’integrazione tra la ricerca avanzata nella tecnologia e nella scienza consente a Iuvo di realizzare prodotti unici, in grado di migliorare il modo in cui le persone si muovono ed eseguono determinate funzioni.
Inoltre, i dispositivi realizzati dall’azienda rappresentano una risposta sostenibile a lungo termine. Infatti contribuiscono ad aumentare il livello di indipendenza di chi deve utilizzarli. Questo tipo di dispositivo generalmente favorisce stili di vita innovativi in grado di migliorare la qualità della vita delle persone.

Come spiega Maria Chiara Carrozza, rettore della scuola Superiore Sant’Anna e socio fondatore di Iuvo, la mission della startup è di rivoluzionare la società. Come? Attraverso la promozione di un’ampia adozione di tecnologie robotiche di servizio. Ciò rappresenta l’inizio di una nuova rivoluzione industriale abilitata dal progresso della tecnologia robotica e dall’intelligenza artificiale.

In questo nuovo contesto, Iuvo, grazie alla collaborazione strategica con le due aziende citate, mira a rappresentare uno degli elementi costruttivi della nuova rivoluzione industriale.

Consigliati per te

Lascia un Commento