Home Intelligenza Artificiale Intelligenza artificiale: i nuovi progressi nel campo delle AI

Intelligenza artificiale: i nuovi progressi nel campo delle AI

by Huro
intelligenza artificiale

Ormai da tanti anni stiamo assistendo ad un progresso senza precedenti nel campo della robotica. Oggi l’ingegneria biomedica e la robotica permettono la realizzazione di androidi dotati di intelligenza artificiale modellata sulle informazioni che vengono custodite nel cervello umano.
Di conseguenza, tutti questi progressi avvicinano sempre di più le macchine agli esseri umani, fino a farli diventare tutt’uno e trasformando le macchine in un sequel che mira a garantire l’eternità dell’individuo.

Nel 2010 è avvenuta la prima intervista effettuata ad un umanoide. Si chiama Bina 48 il gioiello tecnologico ed è la riproduzione della mente umana a livello di contenuti. Nei circuiti di Bina 48 ci sono emozioni, gusti, ricordi, le conoscenze e le esperienze della vera Bina, fondatrice della Hanson Robotics.
In sostanza, Bina 48 è in grado di dialogare con chiunque trasmettendo emozioni che proverebbe la vera Bina in base all’argomento discusso.

L’evoluzione dell’intelligenza artificiale

Questo accadeva già nel 2010, mentre oggi sono stati fatti ulteriori passi avanti. Ad aprile, a san Francisco ha avuto luogo l’EmTech Digital del MIT, evento importantissimo dove sono stati presentati i risultati più prestigiosi ottenuti nel settore della ricerca applicata all’Intelligenza Artificiale.

Durante l’evento sono state presentate le novità impiegate nella diagnostica clinica, nell’automatizzazione dei progetti produttivi, del riconoscimento automatizzato delle persone, etc.
Attualmente i ricercatori stanno elaborando una banca dati che contiene tutte le informazioni per l’esecuzione di un compito specifico. A questa banca dati è associato un algoritmo che processa ogni informazione al fine di arrivare ad un risultato finale.

Anche se il progresso nel settore dell’Intelligenza Artificiale è arrivato ad un livello particolarmente avanzato e sarà uno dei punti di forza del futuro, la mente umana ha comunque un valore aggiunto che difficilmente si può riprodurre in laboratorio: la coscienza. Ovvero l’algoritmo che permette di elaborare le informazioni della mente umana e rende gli esseri umani unici.

A differenza dei robot che vengono costruiti per compiere determinate azioni precise, gli esseri umani possono affrontare imprevisti anche quando non hanno tutti i dati a disposizione. Inoltre la coscienza ci consente di distinguere il bene dal male, aspetti fondamentali che ci rendono unici ed esclusivi.

Consigliati per te

Lascia un Commento