Home Robotica, Medicina e Salute L’Intelligenza Artificiale che studia i microbi intestinali nei pazienti

L’Intelligenza Artificiale che studia i microbi intestinali nei pazienti

by Huro
microbi intestinali

Un nuovo articolo del Journal of Internal Medicine sostiene che gli strumenti di intelligenza artificiale, come gli algoritmi di apprendimento automatico, abbiano il potenziale per costruire modelli predittivi per la diagnosi e il trattamento di malattie legate a squilibri nelle comunità dei microbi intestinali o nel microbiota.
L’articolo si concentra principalmente sui pazienti che hanno un cancro. Questi spesso subiscono trattamenti che possono causare profonde alterazioni nel microbiota intestinale e potenzialmente contribuire allo sviluppo di complicazioni di varo tipo.

Poiché la ricerca sul microbioma umano è una scienza emergente e l’applicazione dell’intelligenza artificiale in medicina è ancora in una fase iniziale è importante considerare le questioni etiche, legali e sociali contemporaneamente ai perfezionamenti tecnici necessari per applicare queste tecnologie alla clinica. Ma intanto si tratta comunque di una buona notizia che potrebbe risolvere una serie di problemi per chi soffre di alterazioni dei microbi intestinali.

Un nuovo aiuto nelle diagnosi arriva dall’AI che studia i microbi intestinali

“Gli algoritmi di intelligenza artificiale hanno il potenziale di cambiare le pratiche mediche quotidiane e offrire la prospettiva di identificare nuove associazioni non ancora rilevate dagli esseri umani, che saranno molto utili per capire meglio la complessità del microbiota umano”, ha detto l’autore Dr. J. Luis Espinoza, della Facoltà di Medicina dell’Università Kindai, in Giappone.

In sostanza nell’articolo si parla dei nuovi traguardi che possono essere raggiunti nella medicina, di come gli algoritmi di apprendimento automatico abbiano il potenziale per costruire modelli predittivi per la diagnosi e il trattamento di malattie legate a squilibri nelle comunità microbiche intestinali, o nel microbiota.

Questo è solo uno degli ultimi esempi che riguardano le possibilità offerte dall’AI anche in campo medico. Infatti sono già numerosi i sistemi intelligenti utilizzati in ogni reparto. Ogni giorno i robot aiutano i medici a formulare diagnosi sempre più precise e trovare soluzioni in grado di migliorare notevolmente la vita dei pazienti.

Consigliati per te

Lascia un Commento