Home Guida Autonoma L’intelligenza artificiale di Huawei riesce a guidare una Porsche

L’intelligenza artificiale di Huawei riesce a guidare una Porsche

by Huro
intelligenza artificiale di Huawei

L’intelligenza artificiale di Huawei è riuscita a guidare in maniera autonoma una Porsche Panamera. Lo ha fatto utilizzando una tecnologia che permette di riconoscere gli oggetti, in modo tale da muoversi su un circuito ed evitare gli ostacoli. Il colosso tecnologico cinese Huawei per dimostrare le capacità dei suoi dispositivi ha realizzato questo esperimento servendosi di Mate 10 Pro, ovvero il suo smartphone di gamma.

La dimostrazione è stata svolta a Barcellona, in occasione del Mobile World Congress. Si tratta di una fiera spagnola sulla telefonia mobile che si trova nei pressi del Camp Nou, lo stadio del Barcellona. Il tracciato della strada è stato appositamente predisposto per un itinerario di una ventina di minuti.

L’intelligenza artificiale di Huawei fa parte di un progetto sperimentale RoadReade, che si sta svolgendo in Europa. L’azienda sta mettendo alla prova le capacità di apprendimento, la velocità e le prestazioni dei propri dispositivi, basati principalmente sull’intelligenza artificiale. I risultati sono stati davvero positivi: Mate 10 Pro è riuscita a trasformare un’auto non predisposta per la guida autonoma in un veicolo che, anche senza la presenza del conducente, è in grado di capire tutto ciò che avviene intorno a lui.

L’intelligenza artificiale di Huawei ci dimostra la sua efficacia con Mate 10 Pro

La società spiega inoltre in un comunicato che il progetto sfrutta le funzionalità dell’intelligenza artificiale già presenti in Huawei Mate 10 Pro. I progettisti hanno confermato che grazie al dispositivo, la macchina sarà in grado di distinguere i diversi tipi di oggetti. Gli utilizzatori avranno infatti la possibilità di scattare foto professionali, che permetteranno di individuare gli ostacoli sulla strada e quindi indicheranno alla macchina come comportarsi.

Huawei con questo esperimento ci ha dimostrato come la tecnologia già presente nei suoi dispositivi smartphone è in grado di mettersi in competizione con le tecnologie più avanzate e realizzate appositamente per l’utilizzo di auto a guida autonoma.

Consigliati per te

Lascia un Commento