Home Curiosità robotiche Valeria Cagnina: una scuola in cui potere insegnare la robotica

Valeria Cagnina: una scuola in cui potere insegnare la robotica

by Huro
insegnare la robotica

Avreste mai pensato di insegnare la robotica nelle scuole? Ebbene, oggi questo è possibile. Valeria Cagnina non ha ancora compiuto diciotto anni, ma da quando ne aveva sedici si occupa di educare i bambini con specifici software. Originaria di Alessandria è una grande appassionata di robotica. A quattordici anni faceva già parte del Mit di Boston. Oggi gestisce una scuola in cui è possibile sviluppare pensieri e competenze divertendosi attraverso determinati automi.

La sua idea nasce nel CoderDojo in cui è cresciuta. Giocando con una pianta digitale ha deciso di volere costruire un robot che sapesse muoversi in autonomia. Da quel momento in poi ha dato vita a una vera e propria scuola in cui potere insegnare la robotica e l’informatica. Il laboratorio oggi vanta un team di dieci maestri. Dalla materna alle superiori e anche alcuni corsi per formare i docenti. Valeria offre servizi educativi completi per tutte le età. Il progetto, inoltre, ha una vena innovativa quasi montessoriana. I bambini, infatti, non si siedono e non hanno banchi su cui scrivere. Diventano loro stessi i protagonisti del processo di apprendimento dinamico proposto dalla ragazza.

“Learn by doing”, così è possible insegnare la robotica

“Learn by doing”, questa è la filosofia su cui si basa la scuola robotica. Il gioco e il divertimento sono gli elementi essenziali con cui si educano gli alunni. Attività hi-tech vengono conciliate con quelle robotiche e tecnologiche. Questo perché non tutti sono abituati al mondo dell’intelligenza artificiale. Di fondamentale importanza, quindi, è il fatto di unire sport e narrazioni con la parte educativa degli insegnanti. Secondo il parere di Valeria, i bambini non vengono stimolati abbastanza nelle classiche scuole materne. Non basta disegnare e colorare. Bisogna avvicinare anche i più piccoli al mondo virtuale verso cui stiamo correndo. Ecco perché creare scuole in cui insegnare la robotica.

Nel suo laboratorio, la ragazza permette ai bambini di interagire con i vari robot. Automi che si muovono, volano o camminano sull’acqua. La robotica e l’informatica sono le materie principali insegnate ai vari alunni. Il coding è uno strumento utilizzato per rendere più interessanti le attività proposte. Corsi, laboratori, campi estivi. Si tratta di insegnare le basi della robotica  ma anche di stimolare il lavoro di gruppo. Lo scopo di Valeria è quello di costruire altre scuole simili in città diverse.

Consigliati per te

Lascia un Commento