Home Aziende e Brand L’IIT di Genova si afferma sul mercato tecnologico sia in Italia che all’estero

L’IIT di Genova si afferma sul mercato tecnologico sia in Italia che all’estero

by Huro
IIT di Genova

La sede principale si trova a Genova, ma le varie filiali sono sparse lungo tutta la penisola. Stiamo parlando dell’IIT di Genova, uno dei più importanti centri di ricerca italiani in campo tecnologico. Da Rovereto a Lecce, la StartUp è presente anche negli Stati Uniti. Il grande giro d’affari portato avanti dall’IIT di Genova deriva anche dalla realizzazione di progetti industriali in collaborazione con le principali aziende del territorio. L’America, la Cina e il Giappone si sono affermati da tempo nell’ambito degli studi sull’intelligenza artificiale. Il nostro Paese sta lavorando giorno dopo giorno per avvicinarsi ai loro livelli e scalare le classifiche. Per troppo tempo siamo rimasti in fondo, oggi è arrivato il momento di aggiudicarsi i primi posti.

Il piano strategico dell’IIT di Genova prevede due missioni principali, quella scientifica e quella del trasferimento tecnologico. Il focus è rappresentato dalle così dette sfide sociali della sostenibilità, dell’aging e dell’healthcare. Insomma i professionisti del settore si stanno concentrando su quello che più comunemente chiamano “Human Centric Technology“. Grazie ai progetti realizzati negli ultimi anni e a quelli presenti in cantiere, l’IIT di Genova è diventata una multinazionale di enormi dimensioni.

L’IIT di Genova come il MIT: innovazione senza fine!

Uno staff di 1600 persone pronto a sviluppare ben venti diverse discipline scientifiche. Inoltre l’IIT di Genova vuole lanciarsi a pieno regime nel programma di innovazione. A questo proposito, infatti, gli esperti stanno cercando di comprendere anche l’etica che si cela dietro alla robotica. Si tratta di un percorso completo volto a raggiungere risultati di alto livello. Nato solo dieci anni fa, molti lo paragonano a istituti quali il MIT, il Max Planck Institute, il Georgia Tech e il Cal Tech. Si tratta quindi di una struttura che ha compiuto veri e propri passi da giganti per arrivare a godere di una fama simile.

Tecnici e ingegneri realizzano ogni anno almeno trenta brevetti studiati da uno specifico staff. Oggi l’IIT di Genova può contare 250 invenzioni e 700 domande di brevetti sempre nuovi. Numeri da capogiro per una StartUp italiana nata relativamente da pochi anni. E se questi sono i risultati oggi, provate a immaginare dove potremmo arrivare in futuro! Cento sono i progetti attivi al momento e molti di essi arrivano direttamente dall’estero. Ciò a dimostrazione dell’importanza dell’IIT di Genova anche fuori dall’Italia. Inoltre si parla di percorsi a lungo termine che garantiscono partner d’eccellenza. Infine ricordiamo che la struttura era già stata precedentemente definita capitale della robotica italiana.

Consigliati per te

Lascia un Commento