Home Robot Ciao Asimo: la morte del robot di Honda che ha fatto la storia

Ciao Asimo: la morte del robot di Honda che ha fatto la storia

by Huro
asimo

Il robot Asimo è stato uno dei più grandi progetti dell’azienda Honda, che ha proclamato la fine della produzione dell’umanoide. Lo scopo è quello di utilizzare la tecnologia del robot per utilizzi più pratici nel settore dell’assistenza infermieristica e stradale.

Asimo, il cui nome significa Advanced Step in Innovative Mobility, ha iniziato la sua carriera negli anni 80, ed in seguito negli anni 2000 è stato mostrato per la prima volta al pubblico. Il primo umanoide a camminare su due gambe, riesce a riconoscere tra le altre cose gli oggetti in movimento, determinarne la distanza e la direzione. Capace inoltre di interpretare i comandi vocali e i gesti umani. Il tutto avviene grazie alla sua batteria in grado di funzionare per un’ora prima di essere ricaricata.

Nel corso della sua esistenza il robot Asimo è diventato molto famoso, la sua immagine è ormai presente in tutto il mondo, in quanto è apparso in molteplici programmi tv e manifestazioni. Ha giocato a calcio con il presidente Obama, ha conquistato Kelly Ripa e ha avuto un gruppo di ballo. Tutte queste esperienze lo hanno reso uno dei volti principali nell’ambito della robotica.

Il robot Asimo lascia il suo posto ad altre creazioni

Aggiornato l’ultima volta nel 2011, non è mai arrivato ad essere commercializzato sul mercato. Honda quindi decide di lasciare spazio ad invenzioni ben più evolute, annunciando la creazione di nuovi robot di supporto, come veicoli autonomi e macchinari che aiutano le persone a camminare.

Anche se la Honda interromperà l’utilizzo del robot Asimo, ci tiene comunque a precisare che continuerà sempre a creare robot utili per l’uomo. La tecnologia che ha permesso a questo umanoide di camminare non finirà inutilizzata. Infatti verrà usata per altri progetti come Walking Assist, l’esoscheletro che aiuta nelle riabilitazioni. Oppure per la moto che riesce a stare in equilibrio da sola.

Consigliati per te

Lascia un Commento