Home Robot E2-DR, il robot salvavita di Honda presentato all’IROS

E2-DR, il robot salvavita di Honda presentato all’IROS

by Huro
E2-DR

Alto 1.68 m e con un peso di 85 chili, E2-DR è il robot salvavita presentato dalla Honda. Il robot è stato pensato per essere utilizzato durante i vari cataclismi che si verificano nel mondo (come anche cassie, walkman e tanti altri!). L’azienda nipponica ha creato questo umanoide in grado di muoversi su qualsiasi tipologia di terreno, camminare su detriti, evitare e rimuovere ostacoli.

Presentato all’ultima edizione di Iros (International conference on intelligent robots and systems) che si è svolta a Vancouver, il prototipo E2-DR è frutto di oltre due anni di ricerca e sviluppo. Progettato per intervenire in ambienti particolarmente pericolosi, il robot sa muoversi tenendosi in equilibrio su tubazioni. Inoltre è in grado di afferrare e rimuovere eventuali ostacoli, passare attraverso strettoie, aprire porte, scendere e salire scale.

Di colore arancione, questo umanoide ha un corpo compatto, aspetto voluto affinché possa passare anche in spazi larghi poco più di 30 cm. Caratteristica resa possibile dalla scelta di utilizzare cavi in fibra ottica. Questi sono infatti otto volte più piccoli rispetto ai cavi di comunicazione tradizionali.

E2-DR è un ricco concentrato di tecnologia. Controllato da una Cpu Intel Core-i7, testa equipaggiata con due distanziali laser Hokuyo, una fotocamera SR4000, una fotocamera stereo accoppiata ad infrarossi, una fotocamera monoculare con flash a led sincronizzato, telecamere e un sensore 3D presente anche sulle mani. Questo robot è in grado di svolgere tantissimi compiti che possono alleggerire o sostituire il lavoro degli umani in varie situazioni pericolose.

Gli sviluppatori hanno ideato questo umanoide in modo tale da potersi avvalere di strumenti con comunicazione wireless progettati per automi per la maggior parte delle operazioni che deve svolgere, progettando le mani solo per le prese di base e per aiutare la mobilità.

Qualche dato tecnico su E2-3D

Ad alimentare E2-3D c’è una batteria che ha una potenza 1000 W, che riesce ad assicurare un’autonomia di 90 minuti. Le altre caratteristiche sono state sviluppate per consentire al robot una perfetta funzionalità anche sotto la pioggia e per impedire alla polvere di penetrare al suo interno. Aspetti importanti per un dispositivo che deve operare in scenari di emergenza. L’umanoide è anche in grado di operare in ambienti con temperature particolari. Resiste infatti fino a -10 gradi ed anche a + 40 gradi, mentre la velocità che può raggiungere è di 4 km/h.

Dotato di ventilatori interni, E2-RD è capace di combattere eventuali problemi dovuti al riscaldamento. I condotti d’aria predisposti all’interno del tronco permettono di mantenere l’aria in movimento e favoriscono il raffreddamento, un’altra caratteristica innovativa che appartiene al robot della Honda.

Anche se è ancora un prototipo e quindi non è pronto per entrare in azione, l’umanoide sta imparando a gestire le collisione. Allo stesso tempo i ricercatori dell’azienda stanno lavorando allo sviluppo di un sistema per il controllo del robot in ambienti reali.
La data del suo lancio ufficiale non sono ancora noti, ma l’azienda assicura che E2-DR presto sarà pronto per contribuire attivamente nelle situazioni più difficili.

Consigliati per te

Lascia un Commento