Home Robot Il Dottor robot è atteso in ortopedia: al Policlinico di Chieti arriva Mako

Il Dottor robot è atteso in ortopedia: al Policlinico di Chieti arriva Mako

by Huro
dottor robot mako

Apprezzati sia dai pazienti che dai medici per il contributo che danno al miglioramento della qualità della vita delle persone, i robot sono sempre più presenti nelle strutture mediche di ogni genere.
Anche il rinomato Policlinico di Chieti segue il trend che vede l’utilizzo dei dispositivi robotizzati per affiancare i medici nei vari interventi. A testimoniare questo aspetto c’è Mako, il dottor robot appena acquistato. Questo consentirà interventi di protesi di grande precisione ed accuratezza.

Ad annunciare l’arrivo di Mako al Policlinico di Chieti è Vincenzo Salini, professore ordinario all’Università D’Annunzio e direttore del Dipartimento chirurgico. Con la direzione Asl ha concluso la gara d’acquisto di questa piattaforma robotica che permetterà di operare interventi ortopedici di precisione altissima.

Si tratta di un braccio robotico che consente di riprodurre sul paziente ciò che il medico chirurgo ha pianificato con massima precisione sul software, eliminando così l’errore manuale e garantendo il miglior allineamento delle componenti protesiche, oltre ad allungare la durata dell’impianto.

Il professor Salini ha dichiarato che Mako entrerà in servizio da maggio. Il dispositivo consentirà accuratezza millimetrica nel posizionamento della protesi tenendo in considerazione l’anatomia specifica di ogni paziente.

Attualmente in Italia ci sono solo 13 dottor robot Mako, di cui 12 si trovano negli ospedali del Nord, da Bologna in su. Nel centro sud l’unico apparecchio robotizzato è questo acquistato dal Policlinico di Chieti.

Vantaggi del dottor robot Mako

I vantaggi offerti dall’uso del robot in ortopedia sono tanti, tra cui tempi minori a livello di degenza, che invece dei 3,3 giorni previsti per le tecniche manuali si riducono a 1,4 giorni. Inoltre le dimissioni avvengono nelle 24 ore successive all’intervento. In pratica tempi 9 volte più veloci rispetto ai tempi previsti per gli interventi effettuati manualmente.
Non solo, i pazienti che vengono operati con questo sistema innovativo registrano un sanguinamento minore. Anche i rischi di contrarre infezioni post-operatorie si riducono notevolmente.

Grazie a questo metodo innovativo anche i tempi di recupero dei pazienti sono più veloci. Infatti riescono ad avere una migliore mobilità e quindi una qualità della vita più alta rispetto a quelli operati con metodi più invasivi.
Il dottor robot Mako è l’ultimo degli acquisti che sottolineano l’impegno costante del Policlinico di Chieti per migliorare la vita delle persone, attraverso l’utilizzo di tecnologia all’avanguardia e staff medico preparatissimo.

Consigliati per te

Lascia un Commento