Home Robotica, Medicina e Salute Doctor Robot: l’automa che consegna le medicine ai pazienti

Doctor Robot: l’automa che consegna le medicine ai pazienti

by Huro
doctor robot

Assistere i malati e prendersi cura di loro non è mai stato così semplice. Se pensavate che gli automi fossero solo capaci di intrattenere le persone con giochi e scherzi, vi sbagliavate. Gli studi sull’intelligenza artificiale, infatti, ne hanno progettato alcuni in grado di sostituire il medico in determinate situazioni. A questo proposito arriva Doctor Robot.

Richiesto sia negli ospedali che nelle case private, Doctor Robot si occupa di consegnare i farmaci ai pazienti in modo puntuale ed efficiente. Grazie a questo automa intelligente non dovrete più ricordarvi a che ora somministrare un antibiotico o una pastiglia a ospiti o famigliari in cura. Il robot, infatti, si accerta anche del fatto che i farmaci vengano effettivamente assunti. Si tratta dell’invenzione di Antonio Specchiarelli, uno studente dell’Istituto superiore Primo Levi di Vignola (MO).

Gestire Doctor Robot è facile e intuitivo. Esistono infatti tre modalità diverse di programmazione:

  • manuale
  • automatica
  • semiautomatica

Tipologie di robot: pre-programmati, autonomi, telecomandati, potenziati

Come gestire Doctor Robot nello specifico

Nella modalità manuale è possibile controllare il robot da remoto grazie a una connessione Bluetooth e all’apposita applicazione sullo smartphone. Così l’operatore sanitario sarà reso partecipe di ogni movimento dell’automa attraverso la videocamera in esso integrata. In questo modo non si correrà più nessun rischio e la sicurezza del paziente sarà assicurata.

Quando invece si utilizza la modalità semiautomatica è necessario programmare Doctor Robot in anticipo. Avendo così tutte le informazioni sufficienti, l’automa saprà da quali pazienti dovrà recarsi e in quali camere dirigersi nel caso in cui si trovi in ospedale. Tutti i movimenti sono coordinati da un sistema di controllo specifico. Doctor Robot è anche in grado di interagire vocalmente, quindi si comporta in questo modo: entra nella stanza, comunica all’ospite che è il momento di assumere le medicine, le prende dall’apposito carrello e gliele porge insieme a un bicchiere d’acqua.

Infine, nella modalità automatica l’operatore sanitario non ha spazio di azione. Il robot segue un percorso tracciato sul pavimento e verifica la distanza percorsa grazie a uno specifico encoder. Il paziente non deve temere nulla in quanto la videocamera inserita all’interno di Doctor Robot e il sensore a ultrasuoni sono attivi 24 ore su 24. Di conseguenza nel caso di eventuali problemi è possibile intervenire sul momento ed evitare complicazioni.

Consigliati per te

Lascia un Commento