Home Robot Delfini robot nei parchi acquatici

Delfini robot nei parchi acquatici

by Huro
delfini robot nei parchi acquatici

Continua la serie di “animali robotici e dove trovarli” con l’arrivo del progetto dei delfini robot nei parchi acquatici.
Eh sì, vuoi per motivi etici che tanto ci fanno riflettere sullo sfruttamento di animali vivi per il nostro intrattenimento, vuoi per la sempre maggiore scarsità di questi meravigliosi esemplari, la Edge Innovations ha in cantiere la creazione di robot delfini.

I delfini robot si presentano molto simili agli originali per movenze e capacità di interazione col pubblico. Da remoto saranno in grado di gestire anche l’audio con la riproduzione dei suoni e rumori che li caratterizzano. Certo saperlo in anticipo potrebbe guastare un po’ le emozioni che fino a oggi grandi e piccini provavano nel vedere veri delfini esibirsi in acqua. Ma d’altronde sull’altro piatto della bilancia compare un minore sfruttamento di animali cresciuti in cattività costretti ad interagire con gli esseri umani. La vita media di un delfino può arrivare a 50 anni in natura. Nei parchi acquatici è meno della metà la loro aspettativa di vita.

I delfini robot ci mettono davanti ad una scelta etica davanti alla quale saremo spettatori dell’egoismo umano nel piacere di vedere dei veri delfini danzare in acqua per noi, contrapposto a chi sosterrà che la “simulazione” renderà giustizia alla realtà, pur senza sfruttare esemplari reali e quindi senza coinvolgere la natura.

Certo volere la moglie ubriaca e la botte piena, come si dice in alcune zone di Italia, non sarà facile. Accontentare bambini e adulti affamati di emozioni e suggestione sarà davvero impegnativo riuscendo al contempo a salvaguardare i veri delfini. I delfini robot saranno all’altezza di tale impresa? Per adesso l’unica cosa certa è che di sicuro sono decisamente cari.

Quanto costano i delfini robot?

Un singolo esemplare di delfino robotico costa infatti sui 23 milioni di dollari. Certo ha i suoi pro, non si ammala e salvo guasti dura molto di più di un delfino vero ecc… . La prima grande impresa per i costruttori neozelandesi, guidati da Li Wang, sarà far capire ai gestori dei parchi acquatici che i delfini robot sono un investimento. I parchi tematici e marini sono da ormai molti anni in crisi anche grazie proprio alla sensibilizzazione sempre maggiore nelle persone del dietro le quinte dello spettacolo. Un ammodernamento sembra quindi essere necessario. La strada potrebbe proprio essere il guardare avanti verso un futuro sempre più scarso di “natura” e sempre più pieno di “imitazioni” quanto più verosimili possibile.

Quindi il loro “costo” andrebbe rapportato anche in un’ottica di risollevamento di questo settore. Vero anche che noi appassionati di robot e nuove tecnologie siamo già curiosi di vederli danzare in acqua per noi quindi siamo un po’ di parte 🙂 . Ne avevamo già parlato più volte di robot animali, come nel caso dei robot elefanti per il ritorno del circo con animali. O le api robot create per sopperire alla scomparsa delle api vere e provvedere all’impollinazione. Come anche abbiamo già parlato di altri esempi come i piccoli insetti robotici prodotti dalla Festo o le meduse robot che lavorano sui fondali marini.

Inoltre potrebbe aprirsi un nuovo capitolo nella robotica per l’intrattenimento che ci fornirà spunti e idee per sostituire magari altri animali veri con dei robot realistici per aspetto, movenze e “audio”.

Consigliati per te

Lascia un Commento