Home Robot Comandare i robot col pensiero: presto sarà possibile

Comandare i robot col pensiero: presto sarà possibile

by Huro
comandare i robot col pensiero

Gli studi sull’intelligenza artificiale hanno già permesso di realizzare una vasta gamma di robot capace di interagire con gli esseri umani. Una connessione wireless o un linguaggio artificiale: questi sono i sistemi che consentono agli automi di parlare, ridere e scherzare con noi. A bordo delle navi, all’interno di banche, centri commerciali e alberghi o nei ristoranti. Ma cosa succederebbe se non servisse più alcun tipo di rete tecnologica per comunicare con gli androidi? Che siate incuriositi o spaventati da questa notizia, si tratta di una realtà sempre più vicina. Presto, infatti, sarà possibile comandare i robot col pensiero.

A scoprire questa possibilità sono stati alcuni ricercatori del MIT, i quali hanno ideato un sistema mirato proprio a questo. Vi state ancora chiedendo come sia possibile? Semplice. Basterà comandare i device attraverso specifici segnali cerebrali. Tale prospettiva apre le porte ad attività che prima d’ora non avremmo nemmeno immaginato di potere fare. Le automobili, infatti, saranno in grado di guidarsi da sole in modo autonomo. Niente chiavi, pulsanti o pedali. Ci serviremo solo delle nostre impronte cerebrali. Già pensavamo che quelle digitali fossero un’innovazione per bloccare gli smartphone. A questo punto presto non ci stupirà più nulla.

Comandare i robot col pensiero non è più solo immaginazione

Cambiare canale senza telecomando, scrivere al computer senza utilizzare la tastiera e molto altro. Ma come funziona effettivamente questo sistema? Esso rileva in tempo reale i segnali delle onde cerebrali. Ciò è possibile grazie a un’interfaccia che misura l’attività muscolare. In questo modo basteranno semplici gesti della mano per selezionare l’opzione da fare eseguire al device. Inoltre non è necessario che il robot conosca la persona che ha intenzione di comandarlo. Una volta impostato, il sistema lavora sul momento. Comandare i robot col pensiero, quindi, non sarà più solo il frutto della nostra immaginazione.

Questo sistema è particolarmente utile in settori come l’edilizia o la navigazione. Non ha bisogno di una programmazione continua. Per questo permette agli essere umani di non concentrarsi più di quanto già non facciano. Ecco perché sapere comandare robot col pensiero è importante nelle attività più complesse e delicate. Infine ricordate che non avrete bisogno di adattarvi a loro. Accadrà esattamente il contrario. In futuro il sistema in questione potrà essere di grande aiuto ad anziani con difficoltà di movimento o a persone con disfunzioni linguistiche.

Consigliati per te

Lascia un Commento