Home Robot I colloqui con i robot arrivano dalla Russia e nessuno li aveva previsti!

I colloqui con i robot arrivano dalla Russia e nessuno li aveva previsti!

by Huro
colloqui con i robot

Il robot Vera viene lanciato per la prima volta nel 2017 da una startup russa. Si tratta di una tra le prime intelligenze artificiali per la selezione del personale. Grazie alla sua efficienza ed efficacia riesce ad intervistare almeno 1.500 possibili impiegati in una sola giornata lavorativa, un compito davvero impossibile per una persona umana. In seguito al boom dei colloqui con i robot ed alle sue enormi capacità viene assunto dall’Ikea per svolgere colloqui di lavoro.

Uno dei creatori del progetto, Alexei Kostarev ha confermato che il robot Vera è già presente in 200 aziende russe nella selezione del personale. Questo significa che le mansioni del robot sono aumentate a 50.000 interviste al giorno. Il programma funziona come Uber, l’azienda americana che fornisce un servizio di trasporto privato attraverso un’applicazione per collegare passeggeri e autisti. Al contrario di una vettura, il robot riesce a chiamare varie persone che si sono candidate per uno specifico ambito lavorativo, dando vita a veri e propri colloqui con i robot!

Il robot Vera deciderà se assumerti o meno

Il robot ha diverse capacità, tra cui riuscire a parlare sia in russo che in inglese, con un tono di voce sia maschile che femminile. Risponde alle domande che gli vengono poste, contatta di candidati svolgendo colloqui sia per telefono che per video. Di solito le sue interviste durano all’incirca 8 minuti, alla fine dei quali i candidati scelti per la mansione di lavoro vengono indirizzati a selezionatori umani, che daranno il giudizio finale. Vera potrà essere molto utile per l’uomo, poiché farà risparmiare tempo utile, soprattutto nella fase iniziale del colloquio. Infatti qui devono essere escluse tutte le persone che si sono iscritte per una determinata posizione, ma in seguito si dimostrano disinteressate al lavoro.

Infine Kostarev afferma che “Gli esseri umani rimangono i migliori valutatori”, anche se questi potranno aiutare l’uomo a non perdere tempo inutile. Vera è uno tra i primi casi di robot che non svolge lavori di fatica, ma intellettuali.

Consigliati per te

Lascia un Commento