Home Robot Buddy della Blue Frog Robotics come robot per bambini autistici

Buddy della Blue Frog Robotics come robot per bambini autistici

by Huro
robot bambini autistici

Da qualche anno le aziende di robotica e gli educatori hanno capito l’importanza che hanno i robot nella vita quotidiana dei bambini autistici. Specialmente in ambito scolastico, dove gli alunni con bisogni speciali hanno tantissime difficoltà ad interagire con gli altri.

Da quando il progresso nella robotica ha avuto un’accelerazione non indifferente, la ricerca ha ottenuto numerosi risultati positivi anche per i bambini autistici. I robot ideati per le terapie che li riguardano, piccoli automi, hanno suscitato reazioni positive nei bambini autistici.

Proprio i robot generici o quelli per la didattica hanno dato spunto ai ricercatori ed alle aziende per costruire dispositivi adatti ai bambini autistici. A casa, nelle scuole e nei vari ospedali gli educatori, i medici e i genitori hanno notato l’effetto positivo che questi strumenti innovativi sviluppavano nei piccoli pazienti autistici.

I nuovi robot per bambini autistici

Così, oggi ci sono numerosi robot per i bambini autistici. Come Zeno e Kaspar oppure Buddy, il famoso social robot della Blue Frog Robotics che presto sarà disponibile ad un prezzo speciale sulla piattaforma Indiegogo. Uno dei pacchetti proposti dall’azienda sarà dedicato proprio ai bambini con bisogni speciali.

Sempre più completi ed intelligenti, i robot per bambini autistici aiutano i piccoli ad interagire con il mondo circostante. Questi spronano i bimbi a giocare e parlare, li aiutano con i compiti e soprattutto partecipano attivamente alle terapie, registrando i progressi dei pazienti e sostenendoli mentre fanno gli esercizi richiesti.

Sono numerosi i test effettuati a tal proposito, che hanno confermato l’aiuto che questi strumenti intelligenti offrono sia ai bambini che ai terapeuti. Questi risultati aprono la strada verso l’applicazione di nuove soluzioni che gradualmente mirano a migliorare lo stato di questi pazienti speciali. Accompagnandoli verso una vita normale e facendoli uscire dal loro mondo.

Consigliati per te

Lascia un Commento