Home Aziende e Brand Behaviour Labs sviluppa roboMate, il robot per i bambini affetti da autismo

Behaviour Labs sviluppa roboMate, il robot per i bambini affetti da autismo

by Huro
behaviour labs robomate

Behaviour Labs, un’eccellenza della robotica alle falde dell’Etna

Quando si dà uno sguardo ai riconoscimenti ed ai premi vinti dalla start up Behaviour Labs si capisce subito che si tratta di un’azienda di successo che ha realizzato prodotti incredibili.

La base dell’azienda è a Catania, ma i progetti della start up nata nel 2012 sono testati e utilizzati in tutta l’Italia e persino all’estero. Nel giro di pochi anni questa impresa è riuscita a conquistare la fiducia di tutti e oltre a vincere numerosi premi viene ospitata spesso nelle trasmissioni televisive di rilievo.

La start up innovativa è specializzata in robotica, realtà virtuale ed aumentata, nei settori di salute e benessere. Sono tanti i prodotti e le soluzioni sviluppate dall’azienda, ma roboMate è quella più premiata ed apprezzata.

Che cos’è roboMate?

roboMate è una piattaforma LMS (Learning Management System). A differenza delle altre piattaforme LMS che di solito usano un’interfaccia web e/o software applicativi, roboMate è stato creato per essere totalmente integrato e utilizzato tramite un robot umanoide antropomorfo che rappresenta il collegamento di comunicazione diretto tra l’alunno e ed il contenuto veicolato, e un tablet che serve come elemento rafforzativo e di feedback tramite il quale l’alunno interagisce con la sessione di formazione che si sta svolgendo.

L’applicazione è rivolta ai bambini con un’età compresa tra i 3 ed 8 anni che soffrono di autismo ed altre patologie simili e viene utilizzato in un rapporto 1:1, ovvero per ogni bambino serve un robot. Integrato nelle terapie innovative per i malati di autismo, roboMate viene utilizzato nelle strutture sanitarie, scolastiche, centri abilitativi e riabilitativi, etc.

Perché è ritenuto così importante roboMate?

Oltre al fatto che è stato dimostrato come l’interazione bambino-robot riesce ad ottenere risultati soddisfacenti nelle terapie che trattano pazienti con disturbi dell’autismo, ci sono le caratteristiche dell’applicazione ad essere apprezzate:

  • Amministra, traccia e memorizza i contenuti delle sessioni precedenti
  • Veicola contenuti di e-learning ed “edutainment”
  • Genera rapporti e statistiche riguardo i risultati raggiunti nelle sessioni precedenti, etc.

Le sessioni che possono essere caricate tramite l’app sono le seguenti:

  • miglioramento delle interazioni sociali,
  • riconoscere le imitazioni,
  • riconoscimento delle emozioni negli altri,
  • miglioramento della memoria,
  • migliorare l’attenzione condivisa,
  • esecuzione di azioni e operazioni,
  • miglioramento dell’esposizione verbale, etc.

Come dicevamo precedentemente questa non è l’unica soluzione offerta dall’azienda. Questa infatti si occupa anche dello sviluppo di soluzioni in realtà virtuale o aumentata e crea prodotti per il settore del serious game, sanitario e dell’intrattenimento.
In questo campo sono state create soluzioni per le terapie dei traumi psicologici (con l’IESCUM e l’Università Kore). Insieme all’Università di Messina l’azienda ha sviluppato anche una soluzione per la diagnosi precoce dell’Alzheimer. Nell’ambito della realtà aumentata sono state sviluppate applicazioni per il marketing emozionale, per l’intrattenimento e per la GDO.

Sono davvero tanti i progetti di questa start up innovativa e siamo certi che si sentirà parlare ancora della Behaviour Labs.

Hai già letto il nostro articolo sulla robotica educativa?

Consigliati per te

Lascia un Commento