Home Intelligenza Artificiale Gli assistenti beauty del futuro saranno proprio i robot

Gli assistenti beauty del futuro saranno proprio i robot

by Huro
assistenti beauty

Non si tratta di uno scherzo. Già nel 2016 a Baltimora, durante il primo contest beauty AI, un panel di robot analizzò i volti di centinaia di volontari utilizzando un algoritmo capace di valutare le differenze esistenti fra l’invecchiamento naturale e l’età percepita. Ciò dimostra come l’intelligenza artificiale stia facendo passi avanti nel campo della bellezza. Anche se a quanto pare ci vorrà ancora qualche anno prima che i robot diventino degli assistenti beauty veri e propri.

Ad ogni modo si tratta di un trend concreto che è destinato ad entrare in ogni centro di bellezza e casa. I robot saranno infatti in grado di consigliarci su quali prodotti applicare, come realizzarli, etc.

Questo fenomeno molto probabilmente stravolgerà il campo della cosmesi. Le aziende di cosmetica stanno già iniziando ad adeguarsi. Come la Proven, società che produce sieri su misura e che si basa sul proprio database, che contiene informazioni sulle abitudini di oltre 8 milioni di consumatori, circa 100.000 prodotti, 20.000 ingredienti di bellezza e circa 4.000 articoli di natura scientifica pubblicizzati su riviste indicizzate.
Tutti questi dati vengono utilizzati per creare con l’intelligenza artificiale delle linee skincare in cui sono abbinate formule ideate su misura.

Ma questa non è l’unica azienda che opera utilizzando l’AI. Anche Curology, azienda di San Diego che realizza prodotti per la pelle acneica, offre ai propri clienti soluzioni personalizzate. Queste vengono sviluppate in base al problema di ogni persona, dopo aver analizzato attentamente fotografie ed altre informazioni fornite dai clienti.

Chi desidera un assistente beauty robot in casa?

A segnalare questo trend che è in netta crescita ci ha pensato Beautystreams. Si tratta di una società che monitora i cambiamenti in questa area che avvengono in tutto il mondo.

I robot, oltre a diventare degli assistenti beauty saranno utilizzati anche dalle aziende, per suggerire modifiche, verificare la disponibilità delle materie prime, le preferenze dei clienti ed il budget.
In pratica, in un prossimo futuro quando i clienti entreranno in un centro di bellezza probabilmente verranno esaminati da capo a piedi da un robot che trasmetterà i dati alle operatrici. Esse in questo modo consiglieranno i tipi di trattamenti di cui si necessita, sviluppando soluzioni su misura. E numerosi trattamenti potranno essere eseguiti anche nelle proprie abitazioni, in maniera autonoma, ma assistiti da un assistente di bellezza personale basato sull’intelligenza artificiale.

Consigliati per te

Lascia un Commento