Home Curiosità robotiche L’armatura di Iron Man è stata realizzata da un ingegnere inglese

L’armatura di Iron Man è stata realizzata da un ingegnere inglese

by Huro
iron man

Iron Man è un film basato sull’omonimo personaggio dei fumetti della Marvel Comics, prodotto dalla Marvel Studios e distribuito dalla Paramount Pictures.
Ci sono stati varie versioni del film negli anni passati e tutti hanno affascinato gli amanti del genere, ma forse non tutti sanno che per riuscire a garantire gli effetti speciali che si vedono nel film hanno lavorato diverse aziende che operano nel settore della tecnologia e non sempre è stato facile ottenere gli effetti che si vedono.

Gli addetti ai lavori hanno affrontato diverse sfide di connessione al servizio dell’alimentazione e alla trasmissione di segnali analogici e digitali. Per esempio il laser di Iron Man necessitava di una corrente di 10 ampere da portare in campo con una tecnologia non ingombrante. In questo caso è stata utilizzata la soluzione tecnologica offerta da Molex, i connettori Molex Ultra-Fit, ma questa è solo una delle cose che hanno dato tanto lavoro agli esperti nel campo. Però visto il risultato possiamo affermare che ne è valsa la pena, perché il film ha sempre avuto successo ed ha ispirato tantissime aziende di robotica.

Anche Elon Musk ha preso spunto da Iron Man

Il protagonista disegna e crea le sue tute attraverso l’utilizzo di ologrammi e grazie all’utilizzo di un computer. Ma c’è chi ha preso ispirazione dal film per creare veramente un sistema del genere. Parliamo di Elon Musk,il fondatore di Space X e cofondatore di Tesla. Il sistema sviluppato da Space X si basa su immagini concrete ed è un connubio tra sensori di movimento, un software e degli occhiali 3D.

Iron Man ha sempre stuzzicato la fantasia delle persone e negli anni in tanti hanno cercato di riprodurre le sue “tute”. Questo è anche il caso di un ingegnere inglese abbastanza eccentrico. Costui ha fatto notizia nel momento in cui ha presentato l’imitazione della tuta che usava il personaggio principale del film.

La tuta (un esoscheletro) ancora non spara. Ma è comunque in grado di sollevarsi da terra e di “volare”, fenomeno realizzato grazie alla dotazione di 6 turbine a gas. I motori garantiscono una spinta di 130 km/h che tradotto in termini di tempo vuol dire rimanere sollevati per circa 12 minuti. Anche se i calcoli dell’ingegnere prevedono la possibilità di ottenere una spinta fino 450 km/h, esperimento non collaudato per ovvi motivi di sicurezza.

[penci_video url=”https://www.youtube.com/watch?v=XzntgZdCxvI” align=”center” width=”” /]

Persino la Marvel incoraggia le aziende di robotica ed i fan, spronandoli a realizzare il guanto di Iron Man ed altri parti del personaggio del film. Vedendo il progresso della robotica non è escluso che questi prodotti vengano realizzati presto.

Consigliati per te

Lascia un Commento