Home Robot Api robot verranno inviate su Marte per cercare forme di vita extraterrestri

Api robot verranno inviate su Marte per cercare forme di vita extraterrestri

by Huro
api robot marsbee

La NASA ha comunicato tramite i suoi rappresentanti che l’agenzia spaziale sta sviluppando delle api robot molto innovative da inviare sul pianeta Marte. Queste api robot, chiamate Marsbee (nome composto “marte” e “ape”) saranno dotate di telecamere e sensori che trasmetteranno importanti informazioni sulla Terra.

Piccole nelle dimensioni, le api robot saranno perfette per riuscire ad esplorare qualsiasi luogo. Il pianeta rosso infatti è noto per numerosi luoghi difficili da raggiungere per i normali strumenti inviati finora.

L’autonomia delle api Marsbee, robottini innovativi della NASA, è di diverse ore di volo. A fine carica hanno bisogno di ritornare alla base per ricaricarsi, o rimarrebbero per sempre su Marte.
Come punto di ricarica, le api robotiche avranno a disposizione un rover. Esso stesso, durante il volo degli animali robot, sarà occupato nella raccolta di informazioni. Ma chiaramente questo avrà dei limiti per quanto riguarda velocità ed accessibilità a luoghi remoti. Problemi inesistenti per le api robot Marsbee!

Studio e realizzazione delle Marsbee, le api robot di Marte

Gli ingegneri che stanno lavorando alla realizzazione di questi mini robot hanno già studiato una serie di speciali sensori e telecamere per trasmettere i dati. In questo modo avremo dei veri e propri droni su Marte per esplorare il pianeta rosso!

Prima dell’invio ufficiale, però, va studiata la velocità e la capacità di movimento delle api robot. Questo per non incorrere in problematiche difficili da risolvere a diversi anni luce di distanza.
Gli ingegneri lavoreranno come prima fase del progetto al disegno dell’ala, al peso dell’ape robot e al suo movimento. Tutto ciò al fine di strutturare un robot in grado di volare perfettamente nell’atmosfera di Marte. In seconda battuta, dovranno studiare perfettamente la traiettoria del volo in relazione agli ambienti in cui si troveranno, oltre che decollo ed atterraggio.

Le ali delle api robot dovranno probabilmente essere più grandi di quelle che siamo normalmente abituati a vedere. In ogni caso, bisognerà aspettare il 2030.

Consigliati per te