Home Robot In Antartide ci sono robot che studiano lo scioglimento del ghiaccio

In Antartide ci sono robot che studiano lo scioglimento del ghiaccio

by Huro
robot che studiano lo scioglimento del ghiaccio

Si tratta di robot sviluppati dai ricercatori dell’Università di Washington insieme alla fondazione filantropica di Paul G. Allen, cofondatore di Microsoft. Galleggianti e robot che sono stati immersi nelle acque della calotta glaciale dell’Antartico occidentale per studiare i vari cambiamenti che si stanno verificando.

Dotati di vari sensori, i galleggianti possono resistere fino a 5 anni nell’oceano. Costano circa 25 mila dollari l’uno e possono spostarsi anche nelle acque più profonde. I robot che studiano lo scioglimento del ghiaccio invece fanno parte della spedizione e possono rimanere nell’oceano per circa un anno. Costano circa 200 mila dollari, dati forniti da uno dei partecipanti alla missione, l’oceanografo Craig Lee.

Mentre i robot che studiano lo scioglimento del ghiaccio inizialmente si immergeranno sotto il ghiaccio solo per un po’ per poi tornare in superficie a trasmettere i dati raccolti via satellite e per poi andare più in profondità ripetendo la stessa azione che prevede la trasmissione dei dati, i galleggianti verranno inviati sotto la piattaforma ghiacciata e verranno trasportati dalle correnti fino a quando non ricompariranno in superficie.

Attualmente le informazioni che riguardano lo scioglimento dei ghiacci ed il riscaldamento dell’acqua in quell’area sono poche. Motivo per cui i ricercatori hanno deciso di dare il via a questa missione che vede un largo impiego di dispositivi altamente tecnologici in grado di ottenere varie informazioni utili per capire la situazione reale che si sta verificando in Antartide.

Altri robot che studiano lo scioglimento del ghiaccio in Antartide

Precedentemente era già stato effettuato un esperimento simile. Ricerche che erano state coordinate dalla University of East Anglia, nel Regno Unito. In questo caso furono mandati a fare vari prelievi dei robot telecomandati, delle sonde sottomarine senza motore e senza eliche che si muovevano solo grazie ad una pompa. Grazie ai vari strumenti in dotazione i robot avevano accertato la presenza di flussi di acqua calda provenienti dai livelli più profondi dell’oceano. Ma visto che erano incostanti (i flussi), gli scienziati hanno ritenuto di dover approfondire questi studi.

Dopo circa 4 anni è partita questa flotta di galleggianti e robot che dovranno svolgere un lavoro simile a quello delle sonde sottomarine. Missione importante che darà modo agli scienziati di capire lo stato attuale dell’acqua e degli ghiacci.

La certezza dello scioglimento dei ghiacci c’è già da tempo e l’innalzamento del livello dell’acqua si sta già verificato in varie zone del mondo. Ma le previsioni per il futuro sono ancor più catastrofiche. Ecco perché è importante per tutti la missione che si sta svolgendo in Antartide. Se fino a qualche anno fa era impossibile ottenere determinati dati, grazie ai contributi della robotica ora possiamo accedere a varie informazioni utili per capire lo stato di salute del pianeta.

Consigliati per te

Lascia un Commento