Home Intelligenza Artificiale Alpha Zero è il nuovo campione mondiale di scacchi

Alpha Zero è il nuovo campione mondiale di scacchi

by Huro
alpha zero

Alpha Zero batte il suo predecessore Alpha Go. Una nuova IA campione del mondo di scacchi!

Alpha Zero è un’intelligenza artificiale sviluppata da Google all’interno della sua divisione DeepMind.
D’altro canto non avremmo potuto aspettarci niente di meno da DeepMind, fondata nel 2011 da Demis Hassabis (bambino prodigio degli scacchi, già presente nei top ranking mondiali all’età di 13 anni).
Google in seguito all’acquisizione nel 2014 di DeepMind, ha proseguito nell’evoluzione di questa intelligenza artificiale con risultati impressionanti.
Basti pensare che Alpha Zero ha imparato le regole degli scacchi in 4 ore e a giocare a scacchi in 24 ore.
Subito dopo si è aggiudicato la scena mondiale sconfiggendo Stockfish 8, precedente campione mondiale, in una sfida composta da 100 partite singole.

Una presenza, quella delle IA nelle classifiche dei top player, che risale già al 12 Maggio 1997. Infatti in quell’occasione il supercomputer di IBM “Deep Blue” sconfisse Garry Kasparov.

Il primo posto mondiale del gioco Scacchi è pertanto occupato oggi da Alpha Zero, la quale IA in sole 24 ore ha acquisito un livello definito da molti “sovrumano” di abilità, partendo dalla sola conoscenza delle regole di gioco.
A conferma di questo risultato Alpha Zero ha battuto senza lasciare dubbi anche i top programmi campioni del mondo di Shogi (scacchi giapponesi): Elmo, dopo aver imparato a giocare in 2 ore, e AlphaGo ex-campione mondiale di GO, gioco cinese imparato da Alpha Zero in 8 ore di auto-allenamento.

Cosa ne pensano gli sviluppatori di questi risultati?

Naturalmente riguardo questi risultati gli sviluppatori e i portavoce della casa di Mountain View si dicono molto soddisfatti!
Attribuiscono inoltre il merito al cosiddetto Reinforcement Learning. Uno degli ultimi ritrovati nel campo dell’intelligenza artificiale, ampiamente più efficiente del tradizionale Supervised Learning.
In poche parole questo nuovo sistema di apprendimento delle IA si basa sul determinare se una loro azione comporta una conseguenza positiva o negativa per il fine da raggiungere, quindi molti meno dati da elaborare per prendere una decisione ed affinare le proprie abilità.

Alpha Go Zero o più semplicemente Alpha Zero è stata generalizzata da DeepMind, in quanto IA nata dall’evoluzione di AlphaGo.
Ciò significa che può imparare tanti giochi e compiti diversi.
Inoltre può portare a termine compiti senza che venga specificato ogni passaggio da elaborare.

Naturalmente siamo ancora agli albori di questa “autonomia artificiale“. L’obiettivo dei ricercatori è sicuramente portare Alpha Zero fuori dai giochi da tavolo, concretizzando nuovi benefici nelle nostre vite.
Intento confermato anche dalla professoressa Joanna Bryson, informatica e ricercatrice nel campo delle intelligenze artificiali presso l’Università di Bath nella sua dichiarazione “It was still a discrete task“.

Consigliati per te

Lascia un Commento